3 Commenti

Usa il permesso premio per
fuggire dal carcere ma i cc lo
riconoscono per strada. Preso

Invece che stare a casa del nonno, come stabilito, ha usato il suo permesso premio di tre giorni per uscire dal carcere per andare a fare l’aperitivo con gli amici. E’ finito così nei guai D.T., 36enne, detenuto del carcere di Cremona, beccato dai carabinieri di Monticelli proprio mentre si trovava in giro, sul territorio piacentino. L’uomo, che sta scontando una pena relativa a diversi reati, tra cui furto, rapina e altre evasioni,  è stato processato per direttissima davanti al giudice Gianandrea Bussi del tribunale di Piacenza. Il legale dell’uomo, l’avvocato Gianandrea Balzarini, del foro di Cremona, ha chiesto e ottenuto i termini a difesa, e a quel punto l’udienza è stata rinviata.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Graziano Ansaldi

    È già il terzo caso in poco tempo. Chissà quali motivi adducono i Giudici che danno il permesso premio a questo individui . Mi piacerebbe saperlo. L ultimo caso di un romeno che doveva scontare una pena fino al 2027, che non è rientrato e si è reso irreperibile. Siamo un Paese da barzelletta.

    • coD77

      Immagino li diano perchè nel 90% dei casi i permessi vengono usati bene, sui giornali finisce il 10% che sgarra (e in fondo questo si è fatto un aperitivo con gli amici, non è evaso, magari è andato davvero dal nonno ma è anche passato dal bar)

      • Graziano Ansaldi

        Certo, in questo caso, non è successo nulla di grave. Ma purtroppo è capitato che chi era uscito in permesso premio abbia ucciso e stuprato e questo dovrebbe far riflettere meglio chi concede questi permessi . Ma purtroppo si fanno delle valutazioni superficiali e dopo accadono i drammi.