Commenta

Anselmo Bucci, il 'pittore
volante': conversazione di
Tiziana Cordani in Fondazione

La figura di Anselmo Bucci (Fossombrone, 1887 – Monza, 1955) sarà al centro della conversazione che il critico d’arte Tiziana Cordani, conservatore dei beni artistici della Fondazione Città di Cremona, terrà giovedi 15 novembre alle 17 presso la sede di piazza Giovanni XXIII, dove è in corso la mostra realizzata con le riproduzioni dei disegni e degli scritti che l’artista realizzò durante le tre edizioni del Premio Cremona, di cui era membro di giuria. ‘Sì, viaggiare! Pittura e scrittura per ricordare Anselmo Bucci a Cremona (1939-1941)‘ è il titolo dell’incontro, rivolto a tutti coloro che sono interessati a conoscere più da vicino una poliedrica figura di artista ‘totale’ – pittore, incisore, scrittore – che mosse i primi passi nella Parigi delle avanguardie d’inizio secolo assieme ad artisti come Picasso, Severini, Modigliani, per poi far parte del gruppo artistico di ‘Novecento’ attivo a Milano tra gli anni Venti e Quaranta. Viaggiatore curioso, cronista del Giro d’Italia per il Corriere della Sera insieme ad Orio Vergani, capace di restituire nei suoi schizzi la piena vivacità del mondo reale, Bucci partecipò più volte, come invitato, alla Biennale di Venezia e vinse un premio Viareggio con il volume ‘Il Pittore Volante’. Cremona, le sue opere d’arte e i suoi angoli più caratteristici, oltre ai suoi personaggi, gli ispirarono nei tre anni delle edizioni del Premio, oltre un centinaio di fogli contenenti schizzi, disegni e prose poetiche, poi raccolti in un volume entrato a far parte del patrimonio della Fondazione Città di Cremona. Tiziana Cordani ripercorrerà le tappe di questa esperienza commentando le riproduzioni esposte e raccontando le molteplici esperienze dell’avventurosa esistenza di Bucci, artista di livello internazionale che non disdegnò le suggestioni di una città di provincia.

Durante e dopo la conversazione sarà possibile per chi lo desidera visionare i gioielli e l’argenteria del lascito Somenzi ancora disponibili per sostenere le opere sociali della Fondazione.

© Riproduzione riservata
Commenti