Commenta

Danni da maltempo: al via
interventi urgenti sul territorio
per 500mila euro

Si aggira intorno ai 500mila euro l’importo degli interventi di “somma urgenza” già avviati in provincia di Cremona grazie alla collaborazione tra Regione Lombardia ed AiPo, in seguito all’ondata di maltempo che nelle scorse settimane ha messo in ginocchio buona parte della provincia, provocando non pochi danni.

In primis vi sono i lavori di ripristino e consolidamento dell’opera di difesa idraulica nel tratto di fiume Po, appena a monte del mandracchio del canale navigabile in Comune di Cremona, per cui sono stati stanziati 183.624 euro.

Altri lavori riguardano il ripristino dell’officiosità idraulica dell’alveo con rimozione e recupero parziale della passerella pedonale crollata nel fiume Adda in Comune di Pizzighettone, per un importo complessivo di 216.150,40 euro.

Vi sono poi dei lavori comuni con la provincia di Bergamo (comuni di Casale Cremasco, Ripalta Guerina, Sergnano, Crema, Seriate, Mozzanica, Pianengo, Montodine, Lodi, Gorlago, Pizzighettone, Torricella del Pizzo, Stagno Lombardo, San Daniele Po e Cremona), inerenti alcuni interventi urgenti effettuati in occasione della piena dei fiumi Adda, Serio e Cherio, per un importo complessivo di 100.000,00 euro.

Complessivamente sono venti gli interventi avviati in sei province lombarde, per un costo totale che si aggira intorno ai 3,15 milioni di euro. Gli interventi riguardano una serie di fiumi e corsi d’acqua che hanno subito danni di vario tipo agli argini e alle opere di difesa idraulica.

“Abbiamo deciso di intervenire con la massima celerità per rimettere in sicurezza tutta una serie di corsi d’acqua che avevano subito danni rilevanti e così è stato grazie alla disponibilità di AiPo” ha commentato l’assessore regionale al Territorio e Protezione civile, Pietro Foroni. “La Lombardia dal canto suo prosegue con l’opera di prevenzione del rischio idrogeologico, per la quale abbiamo già fatto tantissimo e che ha permesso al nostro sistema di reggere di fronte all’emergenza delle scorse settimane”.

Le opere riguardano per lo più il ripristino della funzionalità idraulica dei corsi d’acqua interessati, in particolare nelle province di Brescia, Cremona, Mantova e Milano, mentre altri interventi si sono resi necessari tra Pavia e Bergamo.

lb

© Riproduzione riservata
Commenti