Ultim'ora
Commenta

Progetto regionale contro
il cyberbullismo: tre scuole
cremonesi tra i partecipanti

Sono tre i progetti di studenti cremonesi premiati nel’ambito del più ampio progetto Hackathon ‘rispetto in rete’, iniziativa voluta dall’assessore alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato, per contrastare il bullismo e il cyberbullismo tra i più giovani. Un bando che ha coinvolto 300 studenti, di 24 istituti superiori di nove province lombarde e 72 progetti presentati. I giovani coinvolti, dai 14 anni in su, hanno lavorato su 6 differenti temi: i social, youtube, i videogiochi, la web reputation, l’hate speech e le fake news.

I 72 progetti sono stati presentati dagli istituti di nove province lombarde: (Bergamo 7, Brescia 14, Cremona 3, Lecco 3, Lodi 6, Milano 8, Monza 5, Pavia 12, Varese 14). I progetti presentati dalle scuole sono stati illustrati sul palco ed i ragazzi presenti in sala ‘Gaber’ di Palazzo Pirelli hanno votato per scegliere i migliori.

“Per l’anno in corso, con la mia Direzione Generale Sicurezza  abbiamo stanziato importanti risorse economiche per finanziare il progetto, in tutto 20.000 euro” ha detto De Corato. “La finalità è quella di ottimizzare e diffondere le esperienze e le competenze maturate nelle scuole della Lombardia in materia di prevenzione del bullismo e del cyberbullismo”.

“La legge regionale di riferimento (la 1 del 2017) – ha sottolineato De Corato – promuove interventi per prevenire e contrastare il bullismo e il cyberbullismo, in tutte le sue manifestazioni, al fine di tutelare, valorizzare ed supportare la crescita educativa, sociale e psicologica dei ragazzi. L’obiettivo del progetto Hackathon era quello di far lavorare i ragazzi in team permettendo loro di esercitarsi nel parlare in pubblico e a trovare soluzioni a questioni specifiche, il cosiddetto problem solving, con particolare riguardo agli aspetti tecnologici ed informatici. La mia speranza è che, al di là delle premiazioni, i giovani capiscano da che parte stare e che bullismo e cyberbullismo sono da combattere”.

© Riproduzione riservata
Commenti