Ultim'ora
Commenta

Donare la spesa per chi
non ce la fa: il 24 novembre
torna la Colletta Alimentare

Torna anche quest’anno l’ormai immancabile appuntamento con la Colletta Alimentare, che, giunta alla sua 22esima edizione, si terrà sabato 24 novembre in molti supermercari del territorio. Quanto raccolto servirà a sostenere enti, associazioni, cooperative e fondazioni – nel solo distretto cremonese e casalasco oltre 30 – nell’opera di aiuto alle situazioni di grave bisogno e di indigenza.

L’evento, proimosso dalla Fondazione Banco Alimentare, vedrà impegnati in tutta Italia oltre 13.000 supermercati e 145.000 volontari. Chi farà la spesa in quel giorno sarà invitato a donare alimenti a lunga conservazione, che nei mesi successivi verranno distribuiti a 8.042 strutture caritative (mense per i poveri, comunità per minori, banchi di solidarietà, centri d’accoglienza, ecc.) che aiutano più di 1.580.000 persone bisognose in Italia, di cui quasi 140.000 bambini.

A Cremona quanto raccolto verrà utilizzato dalle Cucine Benefiche e dalla San Vincenzo, che quotidianamente si occupano di donare la spesa alle famiglie indigenti della città e del territorio. “Quest’anno ci siamo dati l’obiettivo sfidante di raccogliere 16 milioni di pasti in un solo giorno – dichiara Andrea Giussani, Presidente della Fondazione Banco Alimentare Onlus -visto che nel 2017 si è toccato il numero più alto dal 2005 di individui in povertà assoluta, oltre 5 milioni secondo Istat. Chiediamo ad ognuno di fare la propria parte, donando gli alimenti richiesti, che ci consentono di offrire un paniere equilibrato ai tanti beneficiari che una spesa non se la possono permettere”.

La novità è che per intercettare e coinvolgere il maggior numero di persone sarà possibile aderire alla Colletta Alimentare© anche facendo la spesa online sulle piattaforme di alcune grandi catene di distribuzione. “La Colletta Alimentare è innanzitutto un incontro, in cui ognuno diventa protagonista e sperimenta la gioia della condivisione – continua Giussani.

Le donazioni di alimenti ricevute in quel giorno andranno a integrare quanto il Banco Alimentare recupera quotidianamente, combattendo lo spreco di cibo. Nel 2017, grazie all’efficiente rete logistica dei 21 magazzini locali di cui si compone la Rete Banco Alimentare, sono state distribuite oltre 91.000 tonnellate di cibo.

© Riproduzione riservata
Commenti