Commenta

Coldiretti, lunedì 10
convegno a Malagnino
con l'Assessore Rolfi

‘L’impatto della Pac e del Psr sull’agricoltura lombarda: Imprese ed Istituzioni di fronte alla sfida della nuova programmazione’. E’ il tema dell’incontro organizzato da Coldiretti Cremona per lunedì 10 dicembre a Malagnino, alle ore 10.00 presso la sede del Consorzio Agrario (in via Giuseppina 2), con Fabio Rolfi Assessore Regionale all’Agricoltura, Paolo Voltini Presidente di Coldiretti Cremona e del Cap Cremona, Ermes Sagula responsabile Caa Coldiretti Lombardia e Angelo Frascarelli esperto di politiche comunitarie e docente all’Università degli Studi di Perugia.

L’appuntamento, rivolto a tutti gli imprenditori agricoli, vuole fare il punto – a partire dall’intervento di Rolfi, Assessore all’agricoltura, alimentazione e sistemi verdi di Regione Lombardia – sul tema della Politica agricola comunitaria e del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 (con un particolare focus rivolto alla Misura 4.1.01 ‘Incentivi per investimenti per la redditività, competitività e sostenibilità delle aziende agricole’, riaperta nei giorni scorsi, con pubblicazione del bando sul bollettino ufficiale di Regione Lombardia in data sabato 1 dicembre).

“Stiamo affrontando – sottolinea il Presidente di Coldiretti Cremona Paolo Voltini, nel dare appuntamento all’incontro di lunedì – gli ultimi anni di questa PAC e dell’attuale Piano di Sviluppo Rurale di Regione Lombardia, di cui riconosciamo i punti di forza ma anche alcune criticità che dovremo saper superare. Con Fabio Rolfi, che da qualche mese ha in mano le deleghe all’Agricoltura regionale, ci vogliamo confrontare sui margini di manovra e sugli obiettivi per portare a termine al meglio il PSR vigente, ma anche sulle strategie e sulle idee di Regione Lombardia per quanto riguarda la nuova PAC e la prossima programmazione, visto che in Europa è già cominciata la discussione, a partire dalle risorse di bilancio da destinare al settore”.

I giovani agricoltori saranno i primi interlocutori dell’Assessore regionale e del Presidente Voltini in questo importante incontro. Per Coldiretti Giovani Impresa l’appuntamento sarà occasione per rafforzare l’impegno a sostegno dell’Iniziativa dei Cittadini Europei ‘Eat original! Unmask your food’, tesa ad ottenere l’indicazione obbligatoria dell’origine per tutti i prodotti alimentari a livello europeo. L’iniziativa, coordinata da Coldiretti e Campagna Amica e sostenuta da varie organizzazioni in tutta Europa, costituisce una richiesta formale rivolta alla Commissione europea perché proponga un nuovo atto legislativo che renda trasparenti le filiere agroalimentari, al fine di prevenire le frodi, proteggere la salute dei cittadini e garantire una vera informazione sul cibo, a difesa sia dei consumatori che dei produttori. L’obiettivo è raccogliere un milione di firme in almeno sette Paesi Europei.

© Riproduzione riservata
Commenti