Commenta

Casetta dei libri e nuova
farmacia al Boschetto:
inaugurazione

Inaugurata al Boschetto la ‘casetta’ per il book crossing (scambio di libri) realizzata dai detenuti del carcere di Cà del Ferro. Contestualmente è stata aperta anche la nuova farmacia Ottoboni. Presenti l’assessore alla Vivibilità sociale Rosita Viola, la Direttrice del Casa Circondariale di Cremona Maria Gabriella Lusi, il Presidente del Quartiere Boschetto – Migliaro GianRosario Tamburini, i referenti della Rete Bibliotecaria Cremonese, oltre alle maestre e ai bambini della Scuola primaria del Boschetto.

Le casette dei libri rappresentano un importante progetto di promozione della lettura realizzato dalla Rete Bibliotecaria Cremonese (il sistema bibliotecario provinciale con capofila il Comune di Cremona) insieme al Laboratorio di falegnameria della Casa Circondariale di Cremona con il sostegno di Regione Lombardia.

I detenuti della Casa Circondariale cittadina, con il supporto di educatori ed esperti, hanno costruito 30 casette per i libri, consegnate in 24 Comuni aderenti alla RBC, tra cui Cremona. Lo slogan che si trova sulle casette, Libri Liberi: prendi un libro e lascia un libro, spiega il senso del progetto, chiamato ormai comunemente, book-crossing, uno scambio di libri per una lettura diffusa e partecipe.

Per la Rete Bibliotecaria Cremonese il progetto costituisce soprattutto una campagna di comunicazione territoriale riguardante i suoi servizi, tutti consultabili all’indirizzo https://opac.provincia.brescia.it/, che in città inizia la sua diffusione, a partire dai quartieri Boschetto e Sant’Ambrogio, con la collaborazione dell’Ufficio Beni Comuni del Comune di Cremona.

© Riproduzione riservata
Commenti