Ultim'ora
Commenta

Linea Blu del piedibus,
nuove pettorine per i
bambini della Monteverdi

Questa mattina, venerdì 21 dicembre, al punto di partenza della Linea Blu del piedibus, tra via Serio e via Olona, ai 23 bambini della scuola primaria ‘Monteverdi’ e ai loro loro accompagnatori sono stati infatti consegnate le nuove pettorine catarifrangenti per garantire di percorrere con maggiore sicurezza e visibilità il tragitto da casa a scuola e viceversa. Per l’occasione, ad accogliere i giovanissimi allievi e i loro accompagnatori, c’erano la vicesindaco con delega all’Istruzione Maura Ruggeri e l’Assessore all’Ambiente Alessia Manfredini. Le pettorine consegnate questa mattina sono le prime delle 400 che, grazie al contributo di AEM Cremona, saranno messe a disposizione di bambini e accompagnatori che utilizzano le varie linee del piedibus.

La Linea Blu è una delle quattro linee del piedibus attive per la scuola ‘Monteverdi’ e, sottolinea il Comune, che vede una grande partecipazione di bambini e genitori nel ruolo di accompagnatori grazie all’impegno del Comitato dei Genitori dell’Istituto Comprensivo Cremona Due che si è fatto carico del servizio e alla collaborazione degli insegnanti. In totale sono 45 i bambini iscritti e 24 i genitori che turnano. Oltre alla maggiore sicurezza e visibilità, spiegano da Palazzo Comunale, i fruitori delle linee del piedibus, strumento promosso “per incentivare stili di vita più sani, una mobilità più sostenibile e creare senso di appartenenza al gruppo”, possono fare ora affidamento anche sulla nuova segnaletica, dal carattere decisamente innovativo e dal tocco artistico, adatta alla funzione che svolge.

Il piedibus continua a funzionare anche nella stagione invernale: viene sempre più percepito come un’abitudine sana che ha lo scopo “di educare i bambini a muoversi a piedi a beneficio della qualità dell’aria e contribuendo a rendere più sicuri e meno congestionati i momenti di ingresso e uscita dalle scuole”. Il piedibus, sottolineano sempre dall’Amministrazione, ha inoltre una “funzione educativa importante: aiuta a socializzare, è una forma di educazione stradale, stimola i bambini a conoscere meglio il contesto urbano in cui vivono, senza dimenticare il ruolo propedeutico alla futura autonomia di questi giovanissimi sul fronte della mobilità”.

© Riproduzione riservata
Commenti