2 Commenti

Natale amaro per
la Cremonese: allo Zini
il Carpi passa 2-1

foto Sessa

Cremonese – Carpi 1-2

CREMONESE (4-3-1-2): Ravaglia; Mogos, Claiton, Terranova, Migliore; Emmers (dal 22’st Piccolo), Castagnetti, Arini (dal 42’st Boultam); Castrovilli (dal 12’ Carretta); Strefezza, Paulinho. All.: Rastelli.

A disp.: Volpe, Agazzi, Kresic, Croce, Marconi, Greco, Del Fabro, Renzetti.

CARPI (4-4-1-1): Colombi; Pachonik, Sabbione, Poli, Pezzi; Jelenic, Pasciuti, Di Noia, Piscitella (dal 39’st Mbaye); Machach (dal 7’st Arrighini); Mokulu (dal 16’ Buongiorno). All.: Castori

A disp.: Serraiocco, Piscitelli, Suagher, Frascatore, Ligi, Vano, Romairone, Saric, Wilmots.

Arbitro: Antonio Di Martino della sezione di Teramo, coadiuvato dagli assistenti Valerio Vecchi di Lamezia Terme e Andrea Capone di Palermo. Quarto ufficiale Luigi Pillitteri di Palermo.

Gol: 42’pt Pachonik; 26’st Paulinho, 37’st Jelenic.

Ammoniti: Di Noia; Machach, Paulinho, Pasciuti

Espulsi: Sabbione

Corner: Cremonese 14, Carpi 1

Note: giornata fredda, campo in buone condizioni. Recupero 1’pt+5’st

Si gioca nel ricordo di Federico Scazzoli, il tifoso morto mentre viaggiava con gli ultras grigiorossi verso Foggia per assistere alla partita: Claiton dos Santos, che oggi indossa la fascia di capitano, ha portato un mazzo di fiori sotto la Sud Erminio Favalli pochi istanti prima dell’inizio della gara e le due curve hanno esposto striscioni in suo ricordo. La prima occasione della gara è grigiorossa, al 6’ Mogos dal limite mette in area un cross insidioso sul quale smanaccia Colombi, Arini si avventa sul pallone ma subisce la spinta di Jelenic su cui Di Martino non interviene. All’8’ sugli sviluppi di un corner Paulinho sfiora il pallone che finisce di poco a lato. È sempre la Cremonese a fare la partita, con un gioco vivace ma poco concreto, il Carpi, tutto dietro alla linea della palla, chiude tutti gli spazi. Al 29’ sugli sviluppi di un corner, Castagnetti sfiora il palo alla sinistra di Colombi. Al 36’ contropiede del Carpi innescato da un errore di Paulinho che serve involontariamente Machach, su cui salva tutto Ravaglia con uno splendido intervento in anticipo sul pallone. Al 40’ ancora Paulinho di testa a lato.

42’ Carpi in vantaggio sugli sviluppi di un corner che Pachonik mette in rete. Finisce dopo un minuto di recupero con il Carpi in vantaggio allo Zini.

Secondo tempo che si apre con gli stessi interpreti, Castori però cambia subito e inserisce una seconda punta, Arrighini, al posto del nervoso Machach ammonito mentre lascia il campo. Poco dopo Di Martino estrae il rosso diretto per Sabbione reo di aver colpito al limite Paulinho lanciato a rete. Al 19’ è ancora Paulinho a non trovare lo specchio della porta. Al 21’ Colombi compie un miracolo sul colpo di testa di Arini, ma nulla può poco dopo su Paulinho che di testa mette in rete un cross di Carretta per il meritato pareggio grigiorosso. Poi è Piccolo a provare con un bel tiro a giro che si spegne a lato. Al 37’ contropiede fulminante del Carpi con Jelenic che parte in posizione regolare e batte Ravaglia per il vantaggio degli emiliani. Nel finale, Cremonese alla disperata ricerca del pareggio e Carpi che si difende come può. Finisce così con il Carpi che espugna lo Zini nonostante l’inferiorità numerica.

Cristina Coppola

fotoservizio Sessa

 

 

Il primo gol del Carpi

Il temporaneo pareggio della Cremonese

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mario Rossi SV

    Certo rinnovare lo stadio per la legapro è un po’ inutile

  • giorgino carnevali

    CARO MARIO, MARIO CARO.
    Mi sa tanto che stavolta (ma solo per stavolta, va là!) c’abbiate ragione da vendere. Prospetto (non auguro) un avvenire disastroso per la compagine grigiorossa. E per la sua dirigenza. Pudicamente ironico mi sa tanto di “accozzaglia” priva di tono e di argomenti. Natale buono, va là, a prescindere.