Cronaca
Commenta14

In via Mn arriva Roadhouse Commissione Paesaggio: via al progetto preliminare

Il render della nuova steakhouse elaborato dallo studio Fasarchitetti

La catena di ristoranti Roadhouse arriverà a Cremona, a San Felice, il prossimo anno. Un progetto che era nell’aria dal lontano 2012, consistente nel recupero della cascina Lodesone, in via Santa Cristina, la strada che intercetta via Mantova, sulla sinistra provenendo da Cremona, tra i due sovrappassi della tangenzialina e dell’A21. Una localizzazione vicina all’autostrada, così come espressamente richiesto dai committenti di Roadhouse, la catena di ristoranti creata dal gruppo Cremonini nel 2001, che ha ormai una capillare presenza in Italia ed Europa. La Commissione Paesaggio ha dato il via libera al piano di recupero della cascina, firmato dallo studio di architettura Fasarchitetti di Federico Fasani. Il passaggio in commissione era un atto dovuto in base ad un articolo del regolamento edilizio comunale, che prevede il rilascio di un benestare preventivo al progetto preliminare per le nuove edificazioni che abbiano caratteristiche diverse dagli edifici preesistenti. La valutazione positiva viene data quando, anche in presenza di edifici non coerenti con l’esistente, i progetti presentino elementi di qualità architettonica, di innovazione e di miglioramento del contesto. Il progetto ora dovrà entrare nel dettaglio e dovranno essere richiesti i permessi di costruire; l’inizio lavori è previsto per circa metà dell’anno prossimo.

La parte più originale della progettazione, che riguarderà l’intero complesso edilizio, in parte da ristrutturare, in parte già crollato o prossimo alla demolizione, riguarda proprio la nuova steakhouse. 500 mq di superficie, per un edificio interamente ricostruito a nuovo che conserverà i caratteri fondamentali di quello originale, ma rivisti in chiave moderna. Quindi non un ‘finto recupero’, ma una costruzione che, come spiega il progettista Federico Fasani, reinterpreta lo spirito dei tipici edifici rurali cremonesi. Con uno scheletro esterno metallico che ripercorre il perimetro della costruzione preesistente, all’interno del quale viene realizzato il nuovo edificio in mattoni, creando così un effetto porticato. Le  strutture metalliche tubolari serviranno anche come supporto per illuminazione e per essenze vegetali rampicanti.

Il progetto prevede invece il recupero integrale degli edifici superstiti, secondo un criterio di risanamento conservativo degli elementi strutturali. Tutto ciò che c’è sarà recuperato ed ospiterà nuove funzioni quali negozi (entro i 250 mq di superficie), uffici, un bar ed altre funzioni ricettive. Nell’area a nord della cascina ci sarà spazio per i parcheggi e per un ampio giardino. Le essenze arboree ad alto fusto saranno mantenute e valorizzate all’interno di questa nuova disposizione. L’accesso al comparto sarà possibile grazie all’inserimento di una corsia di decelerazione posta a centro carreggiata della via Mantova.

Roadhouse Restaurant è stata la prima catena di steakhouse in Italia. Con gli anni si è trasformata in veri ristoranti ‘casual dining’ che offrono menù in evoluzione che variano da burgers, sandwiches e salads a specialità di carne classiche o specialità dal mondo. g.biagi

Le simulazioni grafiche del futuro Roadhouse lungo via Mantova

L’aspetto attuale della cascina Lodisone (estratto da progetto preliminare di recupero)

© Riproduzione riservata
Commenti