Cronaca
Commenta

Continua il gemellaggio con Zavidovici: Comune finanzia gli orti famigliari

Il Comune di Cremona metterà a disposizione 1600 euro per la realizzazione di un programma di aiuti alla Bosnia Erzegovina, consistenti in particolare nella creazione di orti famigliari. Il comune capoluogo è capofila del Coordinamento provinciale degli Enti Locali per la pace e la cooperazione internazionale, ente a cui era giunta la richiesta di contributo da parte dell’associazione onlus Ambasciata della Democrazia Locale a Zavidovici, che vanta una storia ventennale a Cremona, iniziata negli anni della guerra nella ex Jugoslavia. Il contributo era stato deciso dall’assemblea del Coordinamento già lo scorso anno, quale sostegno a progetti di cooperazione internazionale nella penisola balcanica e in continuità con le storiche relazioni di collaborazione del territorio cremonese con la città di Zavidovici in particolare.
Il progetto “Orti Famigliari”, come si legge nella determina del segretario generale del Comune che stanzia il contributo, è a favore delle famiglie di alcune comunità locali e ha l’obiettivo di migliorare la qualità e la produttività con tecniche agricole apprese mediante laboratori collettivi e visite sul campo. Nello specifico il progetto è finalizzato alla diffusione di un’agricoltura famigliare produttiva e allo sviluppo del reddito femminile, con prodotti e strumenti coerenti. Una collaborazione, quella della comunità cremonese con la cittadina bosniaca, che si sostanzia di tante altre iniziative, ad esempio il viaggio annuale all’insegna dello sport e dell’amicizia tra i giovani, organizzato ogni anno a primavera dall’Uisp.

© Riproduzione riservata
Commenti