2 Commenti

Decreto immigrazione:
Simone Bossi
replica a Galimberti

Continuano le polemiche sul tema del Decreto immigrazione: dopo l’intervento del sindaco Galimberti, arriva la risposta del senatore leghista Simone Bossi “In questi giorni stiamo assistendo a una polemica strumentale e surreale da parte di alcuni sindaci di sinistra, che a quanto pare hanno più a cuore gli immigrati clandestini che i cittadini italiani” commenta.

“Affermare di non voler applicare una legge dello Stato, a meno che la loro non sia una poco comprensibile sparata elettorale, rappresenta un grave e preoccupante precedente. Prima di parlare a sproposito, questi sindaci farebbero meglio a leggere i contenuti del decreto Salvini, promosso dal Governo, approvato dal Parlamento democraticamente eletto e firmato dal Presidente della Repubblica. Un provvedimento che finalmente mette ordine dove prima regnava il caos, dando ai sindaci e alle forze sul territorio le risorse necessarie per contrastare in maniera adeguata il crimine e il degrado. Se non vogliono applicare la legge, non facciano i sindaci e rassegnino le dimissioni”.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mirko

    Giustissimo, parole sante

  • Alceste Ferrari

    Senatore, due anni fa era il suo Segretario, oggi indegnamente Ministro degli Interni, a promuovere e benedire la “disubbidienza “ dei sindaci contro una legge dello Stato, votata dal Parlamento e firmata dal Presidente della Repubblica
    In quel caso erano le Unioni Civili
    Certo, era un’altra campagna elettorale: si sa che le sparate cambiano valore a seconda delle esigenze degli sparanti!
    Al di là delle forme, il problema è altro: questa legge è ingiusta, ma soprattutto inefficace e inapplicabile praticamente; provoca più disastri di quanti voglia risolverne; calpesta diritti nazionali e internazionali; rende più nazionale cute le nostre città
    Evidentemente la sua visione da Far West della società non le permette di andare oltre