Ultim'ora
Commenta

Incontro Pd sui treni, Piloni
"Soluzioni sono una gara
europea e investimenti"

“Per porre fine all’emergenza è necessaria prima di tutto riconoscerla con onestà e gestirla come tale. La situazione attuale deriva da responsabilità politiche chiare, ossia dal ventennio di politiche miopi della Lega e delle destre. Serve nel breve periodo farsi aiutare da altre regioni e, dove si può, dall’Europa e in prospettiva avviare le condizioni per una gara pubblica europea per trovare partner internazionali privati che portino investimenti sul materiale rotabile”. Lo ha dichiarato il consigliere regionale Matteo Piloni, a margine dell’iniziativa organizzata dal Pd sull’emergenza trasporti in Lombardia, che si è tenuta sabato 12 gennaio al Belvedere di Palazzo Pirelli. A rappresnetare il comune di Cremona, l’assessore alla Mobilità Alessia Manfredini.

“In Lombardia –ha detto Piloni – la domanda di trasporto ferroviario è in forte crescita, non solo nelle grandi città ma anche nei centri minori. Questo perché la Regione, trainata soprattutto da Milano ma non solo, sta diventando sempre più attrattiva e di conseguenza la domanda di mobilità sarà sempre più alta. La domanda di trasporto ferroviario e di mobilità pubblica è in forte e continua crescita, dunque limitare il trasporto ferroviario solo ad alcune aree non è una buona soluzione. Per questo, oltre che indire una gara europea, è necessario che la Regione investa sulla rete, come non ha fatto negli ultimi anni, e non solo sulla mobilità su gomma che ha un impatto ambientale molto più alto. A tal proposito è quanto mai necessario dar corso agli investimenti che Rfi ha previsto, tra i quali il raddoppio del binario sulla linea Cremona-Mantova, verso Milano. E questo nonostante i pesanti tagli che il Governo ha previsto in manovra”.

Il Pd regionale lancia, infine, la campagna “Adotta una stazione”. Dall’11 febbraio prossimo si potranno inviare segnalazioni o foto di stazioni che richiedano interventi di riqualificazione urgente che saranno trasmessi ai gestori delle stazioni e alla Regione.

© Riproduzione riservata
Commenti