4 Commenti

Rapina al Lidl: aggrediti
con calci e pugni vigilante,
cassiera e responsabile

Violenta rapina al supermercato Lidl di via Castelleone, dove due donne di origine rom sono entrate in azione intorno alle 10.30. Dopo aver occultato alcuni generi alimentari hanno cercato di allontanarsi, ma sono state notate da un addetto alla vigilanza, che ha tentato di fermarle all’uscita. Le due, però, lo hanno aggredito piuttosto violentemente, con calci e pugni in testa e altre parti del corpo. In suo aiuto sono intervenute una cassiera e la responsabile del negozio, anch’esse aggredite dalle due rom.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri di Cremona, che hanno fermato le due donne, oltre ad altre due complici che le attendevano all’esterno dell’esercizio commerciale. Il vigilante, di 38 anni, è rimasto ferito ed è stato soccorso dall’ambulanza, che lo ha trasportato in pronto soccorso con diverse contusioni mentre le altre due dipendenti non hanno richiesto l’intervento del 118. Nel frattempo sono in corso gli accertamenti da parte dei Carabinieri di Cremona, intervenuti sul posto poco dopo, e che nelle prossime ore probabilmente formalizzeranno gli arresti.

lb

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Elio

    Probabilmente nomadi? Da rendere meno nomadi con residenza fissa un galera ma purtroppo anche se verranno trovate continueranno a “nomadare” sul nostro territorio rubando impunemente

  • Mario Rossi SV

    Speriamo quello che a provato a fermarle non sia un dipendente, rischierebbe il licenziamento…

  • Mirko

    Qua per mettere le cose in ordine ci vorrebbero le leggi cinesi….magari cambia qualche cosa

  • Carlob

    Hanno agito in stato di necessità.