20 Commenti

Apparenti ladri, veri turisti
Rifiutano l'identificazione,
denunciati due israeliani

Trambusto, oggi in corso Mazzini. Un uomo e una donna sono stati scambiati per ladri, ma in realtà erano turisti israeliani di passaggio a Cremona. Quando la coppia è stata notata aggirarsi in centro dagli agenti della squadra mobile, ha destato subito dei sospetti, in quanto i due comunicavano tra loro con un walkie-talkie e con un auricolare. La coppia è quindi stata seguita lungo corso Mazzini fino all’incrocio con piazza Lodi. Ad un certo punto l’uomo si è fermato davanti alla vetrina di un negozio, mentre la donna è entrata in un negozio di abbigliamento. Il sospetto che i due fossero ladri pronti a colpire era molto forte. Successivamente si sono divisi, ma proprio in quel momento sono stati fermati dagli agenti che hanno chiesto ad entrambi i documenti. E’ stato allora che la coppia ha iniziato a dare in escandescenze, urlando e sbraitando. L’uomo, in particolare, era molto agitato, tanto che per calmarlo i poliziotti guidati dal dirigente Mattia Falso si sono visti costretti a mettergli le manette. Alla scena hanno assistito diversi passanti e curiosi. Nel frattempo i due fermati sono stati raggiunti dalla guida turistica che agli agenti ha rivelato che si trattava di turisti del suo gruppo. Non è stata però in grado di spiegare il motivo per cui la coppia era dotata di walkie-talkie e auricolare. Una volta appurato che nel negozio non era stato rubato nulla, sia per la donna che per l’uomo, un ex militare dell’esercito israeliano che soffrirebbe di disturbi post traumatici, è comunque scattata una denuncia per resistenza al controllo.

Sara Pizzorni

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Roberto

    Assurdo, che figura di mexxa!

    • brontolo

      Perché “che figura di m”?anzi complimenti agli agenti che hanno visto una situazione sospetta,segno che l attenzione é ancora molti alta.poi,se ti chiedono i documenti e tu non li fornisci e vai in escsndescenza, loro ti ammanettano come é giusto che sia.

      • Roberto

        Capisco che a Cremona non si é molto abituati a vedere turisti, spesso girano con radiotrasmittenti per comunicare fra loro, all estero mi é capitato di vederli. Quando abbiamo 3 turisti li si tratta a pesci in faccia senza una minima certezza, pensa che bel ricordo e che bella pubblicità faranno.

        • Orto

          Se sei all’estero e ti fermano per un controllo, stai calmo e mostri i documenti. In questo caso, forse, non è proprio capitato così… Se Francesco ha assistito ed ha una versione diversa dei fatti, come ha scritto, vada in questura e chieda di essere ascoltato in merito. In alternativa, il Questore chiami Francesco e lo ascolti.

    • Ronni

      Ma lei è mai stato in Israele? Senza documenti o in caso di qualsiasi dubbio non torna più a casa !! Figura di m… l’hanno fatta loro

      • Roberto

        Non siamo in Israele e solitamente qui in Italia se ti puntano una pistola, li devi invitare a posarla. Questa é una figura di mexxa e basta!

  • Francesco

    In realtà non è andata così, questa è la versione della questura.
    I numerosi presenti potranno confermare che i due sono stati avvicinati da 4 uomini in borghese, due dei quali hanno allontanato la donna dall uomo, quest ultimo immobilizzato e subito hanno cercato di ammanettarlo senza dargli spiegazioni.
    Gli hanno sventolato un istante un distintivo, luomo non aveva capito di che cosa stesse succedendo tanto da chiedere hai passanti di chiamare la polizia.
    Aull uomo, che a mio parere e giustamente si divincolava, non è mai stato chiesto il documento.
    A forza cercavano di ammanettarlo e caricarlo sulla volante arrivata nel frattempo sul posto, chiamata dai 4.
    Concordo con la figura di mxxxa, tanto che i poliziotti erano preoccupati di eventuali video girati.

    • Roberto

      Se fosse capitato a me, come minimo all’indomani sarei andato al consolato o in ambasciata, spiace a me per quanto successo perché per un altra volta abbiamo fatto una figuraccia

    • Andrea

      Che brutte cose

    • Elio

      Se e’ abdata cosi abbiamo degli agenti realmente pessimi. Avrebbero dovuto qualificarsi con calma e poi,al limite,chiedere spiegazioni. E fanno quindo cosi con tutti gli extracomunitari,compresi gli ospiti della caritas che si aggirano furtivi davanti negozi e supermercati immagino,non solo con gli extracomunitari israeliani a cremona per turismo e che,a differenza di molti extracomunutari ospiti nella nostra citta, portano soldi

  • Simone

    Anche se alla fine l’accertamento ha portato a capire che questi signori fossero turisti, quello che ha fatto la polizia non è nient’altro quello che tutti noi sbrontoliamo tutti i giorni ovvero sventare un reato prima che lo si commetta. Se fossero stati negli USA gli agenti prima avrebbero sparato poi chiesto. Quindi, chiunque esso sia, quando gli vengono chiesti dei documenti, li si fanno vedere e poi ci si comporta rispettando l’autorità che ci interpella. E non si finisce denunciati né menati…

  • Graziano Ansaldi

    Ho letto i commenti, aggiungo solo che, ad esempio negli USA , se non esegui subito gli ordini dell Agente ti ammanettano, o se per sbaglio metti una mano fuori posto e pensano che hai un arma, ti sparano. Quando un Agente chiede i documenti bisogna farli vedere, e non mettersi a gridare.

    • Mario Rossi SV

      Già, chissà se il tesserino mostrato era scritto in ebraico o se gli avranno chiesto i documenti in inglese…di sicuro nella lingua dei turisti non credo proprio

    • Illuminatus

      Se è vero che gli agenti erano in borghese, in USA ti sparava la controparte.

  • Mario Rossi SV

    Quando si dice hanno pigliato un granchio, bella figura arrestare due turisti mentre i veri ladri in giro continuano nelle loro azioni. Mi sa che al consolato questi due ci andranno e non credo che per gli agenti poi sarà uno spasso… Concordo, una bella figura di ….. per una città in cerca di turisti, mi aspetto che qualcuno faccia loro le scuse, ah no, le scuse le facciamo solo ai profughi o presunti tali.

    • Roberto

      Coloro che normalmente sono pro immigrati quando commentano sotto ad articoli dove implicati in azioni delittuose, qui sono pro polizia che ha scambiato un turista per delinquente. Pensa questa persona che bel ricordo e che opinione avrà di Cremona e dell’Italia

      • Mario Rossi SV

        Spero faccia tanta bella pubblicità alla nostra città con le sue botteghe liutaie.

  • pisto

    …comunque non è “normale” per dei turisti aggirarsi davanti alle vetrine con un walk-man e parlare…io non l’ho mai visto fare, magari qualcuno si è preoccupato …se nessuno diceva niente non sarebbe successo niente…di questi tempi magari la guardia è un po alta, e qualche incompresione può capitare.

  • Mario Rossi SV

    Si parla di auricolare, molte guide e turisti lo usano…poi ex militare…tutti sono ex militari in Israele, persino le donne fanno due anni di militare.
    Comunque complimenti in quattro e quattr’otto gli hanno fatto pure una diagnosi di sindrome post traumatica. Complimenti.