Commenta

Vigilanza ittico venatoria,
8.300 euro alla
Provincia di Cremona

La Regione Lombardia, su proposta degli assessori Fabio Rolfi (Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi) e Massimo Sertori (Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni), ha approvato questa mattina uno stanziamento da 192.000 euro per le attività svolte dai corpi o servizi della vigilanza ittico-venatoria delle Province a supporto delle funzioni di competenza regionale. Per la provincia di Cremona le risorse in arrivo sono pari a 8.319 euro.

In particolare, parte dei fondi erogati per il recupero della fauna selvatica deceduta a seguito di incidenti stradali, con trasporto presso i centri lavorazione selvaggina per i capi giudicati commestibili dalle autorità veterinarie o, in caso contrario, presso l’Istituto Zooprofilattico o presso punti di stoccaggio carcasse.

“Siamo concretamente vicini alle Province, in carenza di risorse economiche e umane nella gestione di queste iniziative – ha dichiarato l’assessore regionale Rolfi -. Si tratta di un finanziamento che consente di svolgere attività importanti anche sotto il profilo sanitario”.

© Riproduzione riservata
Commenti