Commenta

Stoccaggio rifiuti non
autorizzati a Moglia,
un cremonese nei guai

Un cremonese di 66 anni è finito nei guai per il reato di stoccaggio di rifiuti non pericolosi senza autorizzazione, insieme a un 56enne bresciano e a un 50enne di Moglia. I tre, nei confronti dei quali è scattata la denuncia, avevano stoccato in un capannone oltre 800 pannelli fotovoltaici non funzionanti, senza averne l’autorizzazione. Si tratta infatti di rifiuti non pericolosi, per i quali sarebbe necessaria una apposita autorizzazione.

Sono stati i Carabinieri di Moglia a effettuare un controllo nel capannone, risultato di proprietà dei tre denunciati, dopo aver controllato anche l’adiacente parco fotovoltaico. Qui la scoperta: gli 832 pannelli custoditi forse in attesa di trovare una soluzione per lo smaltimento. Il materiale risultava provenire da due aree adibite a sito fotovoltaico, da cui erano stati rimossi dei pannelli danneggiati.

© Riproduzione riservata
Commenti