6 Commenti

Elezioni, intervista
al candidato sindaco
Francesca Berardi

Francesca Berardi è candidato sindaco della lista Cremona Cambia musica, un’alternativa a sinistra rispetto al sindaco uscente Gianluca Galimberti. Una lista che prende le distanze dal centrosinistra tradizionale, a causa di certe questioni che non hanno soddisfatto l’ala più ambientalista della coalizione. L’INTERVISTA di Simone Bacchetta.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Roberto

    Lite in casa? Allora riassumiamo, centro destra matrimonio G.. fra Zagni e Malvezzi, a sinistra separati in casa fra Galimberti e Berardi, mentre m5s in solitaria.
    Fin ora questa é la situazione nella telenovela Cremonese, seguite le prossime puntate, non mancate.

  • Mario Rossi SV

    3%?Anche meno.

  • Elio

    Sono senza parle riguardo le sue affermazioni sui centri sociali,sono a dir poco sconcertanti…. Cosa pagano d affitto? Ovviamente lo stabile gli è stato concesso tramite una gara pubblica vero? Le attività da loro svolte socialmente utili sono concordate col comune immagino,vero? Vengono svolti periodicamente controlli dai nas e guardia di finanza immagino… Per quanto riguarda le privatizzazioni fatte dal comune attuale sono decisamente d’accordo mentre trovo un po’ troppo pretenziosa l idea della condivisione delle auto ed anche se non boccio a priori l idea dovrei ancora rifletterci su bene

  • Mirko

    Lista civetta

  • Giamburrasca19

    Che soluzione avrebbero avuto per ripianare il debito milionario dell’AEM???
    Vuole cortesemente spiegarci cosa ne pensa del disastro della manifestazione guarda caso organizzata dai centri sociali dove il morto non ci e’ scappato per puro caso e che ha distrutto parte di Cremona?
    Anch’io lavoro e vivo a Cremona ma rispetto le regole e la convivenza sociale.
    Vada ad abitare vicino a un centro sociali e si compri i tappi per le orecchie,ma grandi pero.
    L’acqua pubblica e’ stata privatizzata dalla giunta Perri, non se lo dimentichi, come.non dimentichi che la nuova pista ciclabile a doppio senso in Viale Trento e
    Trieste, il prossimo parcheggio multipiano a servizio dei pendolari e del centro, il.riordino del Parco a PO, il bike sharing elettrico, la ZTL parzialmente chiusa ,il no alla strada Sud sono realtà.
    Diciamo che avete la solita visuale distorta della divisione all’interno della sinistra e che invece di restare uniti preferite prendere il voto di parenti e amici(forse).

  • Marco Boldori

    Per me bocciata…Giamburrasca ha pienamente ragione non c’è obiettività in quello che dice