Un commento

1891, iniziate le riprese
del corto che svela
l'altra storia di Cremona

Sono iniziate nella chiesa di S. Agostino le riprese del cortometraggio “1891”, sceneggiatura di Angelo Garioni e Mikailla Superti, iniziativa promossa dall’associazione ‘Cremona com’era’ che si propone come veicolo di promozione turistica per i visitatori italiani e soprattutto stranieri. A lavoro, un team di attori costituito da Giada Generali, Roberta Braga (protagonista femminile), Roberto Bergonzi, Naara Recoba, Maximiliano Banos e Marta Cataldi. Il regista è Mauro Maffi, con la collaborazione di Giacomo Volpi. A supporto della produzione vi sarà il gruppo fotografico dell’ADAFA.

La trama, che si svolge come dice il titolo a fine Ottocento, inizia sugli spiaggioni di Po con l’approdo di un’imbarcazione da cui scendono due turisti inglesi, ma le prime riprese sono state girate nella chiesa di S.Agostino, uno dei luoghi che i due protagonisti, amanti clandestini (l’architetto realmente esistito Charles Rennie Mackintosh e Lizzy Bennet, figura ispirata alla Elisabeth di Orgoglio e Pregiudizio) visitano durante il loro soggiorno, ospiti del sacerdote Grandi, che fa loro da guida turistica. Le scene girate nella chiesa si soffermano sulla pala del Perugino e sulla cappella Barberini.

L’itinerario, iniziato nella vicina S.Omobono, continuerà poi in San Pietro, san Marcellino, san Girolamo e presso la cascina Farisengo di Bonemerse.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • giorgino carnevali

    NOTEVOLE.
    Notevole. Di certo non avrà le pretese di un altro film, Il Violino Rosso, ambientato anche a Cremona, uno splendido film che vinse persino un premio Oscar per la miglior colonna sonora. Tuttavia applausi a sce3na aperta e congratulazioni a tutti per l’intelligente iniziativa “campanilistica” oltre che artistica. Eppure qualche buontempone avrà sicuramente da ridire, obiettare che….Tirùum avàanti, va là!