Un commento

Acli, la via Crucis
dei lavoratori
sabato 16 aprile

Nella serata di martedì 16 aprile, alle 20.30, le Acli di Cremona organizzano la Via Crucis itinerante dei lavoratori. La partenza sarà presso la sede di via cardinal Massaia 22. Il tema sono gli infortuni e le morti sul lavoro, tragica attualità di cui la Lombardia vanta il triste primato.
Nel percorso si alterneranno momenti di riflessione, preghiera e testimonianze: al centro del Riuso di via dell’Annona interverrà Monica Manfredini (I morti sul lavoro oggi ); in via Brescia, al deposito ferroviario Simona Carnesella  (testimonianza di chi ha perso un familiare sul lavoro); nel parcheggio del supermercato Penny, sul tema degli infortuni sul lavoro, parlerà Franco Berettini; sul sagrato della chiesa di San Bernardo, Franco Vezzosi su lavoro, ambiente e salute. Quindi l’ingresso in chiesa per  le riflessioni e la preghiera finale.  Tutti i partecipanti sono invitati a indossare un indumento bianco come simbolo delle morti bianche.
“Le Acli – affermano –  hanno a cuore i problemi del lavoro, ne colgono la complessità e cercano di impegnarsi perché il lavoro sia fonte di vita per le persone, di benessere per la comunità e non motivo di sofferenza o di morte.
Riflettere e pregare per chi resta infortunato o muore per lavorare è prima di tutto un gesto dovuto di umana solidarietà. È anche un richiamo per tutti all’impegno di garantire la sicurezza a chi lavora e a rimuovere le cause che generano le morti bianche. La persona sia posta al centro del lavoro e non viceversa”.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Elio

    I lavoratori precari,in particolar modo chi cambia spesso luogo di lavoro e gli anziani che fanno lavorori a riscio sono molto soggetti a morti ed infortuni. Con piu lavoro stabile e pensioni anticipate per lavori a rischio calerebbero drasticamente morti ed infortuni ma i datori di lavoro nel caso dei lavoratori precari,preferiscono lasciare le cose come stanno