2 Commenti

Nuove piazzole in via
San Savino per agevolare
transito veicoli

Si intravede una soluzione per l’isolamento di san Savino e san Felice, ossia la ristrettezza della strada che collega le due frazioni all’estremità orientale della periferia cremonese. Un problema diventato più consistente da quando, con la chiusura del passaggio a livello, questa strada è diventata l’unico collegamento con via Postumia per chi abita a san Savino. La Giunta ha approvato il progetto di fattibilità per la messa in sicurezza di via San Savino realizzando nuove piazzole di allargamento stradale per agevolare il passaggio dei veicoli. Il progetto, su proposta dell’assessore alle Infrastrutture Alessia Manfredini, è stimato in 100mila euro.

Per ovviare alla limitata larghezza della sede stradale, percorsa sia da mezzi del trasporto pubblico urbano, sia da numerosi veicoli agricoli, i tecnici del Settore Lavori Pubblici e Mobilità del Comune hanno individuato come soluzione l’incremento delle piazzole di interscambio lungo tutto il tracciato. Per quanto riguarda le caratteristiche progettuali, le piazzole avranno una larghezza di 2,50 metri, una lunghezza variabile, e verrà ampliato con tombinatura il fosso di colo.

Le piazzole già realizzate in passato, considerata la lunghezza di via San Savino, si sono rivelate utili ma non sufficienti. Da qui la necessità di un ulteriore intervento, condiviso nei giorni scorsi con i rappresentanti del locale Comitato di Quartiere, che avevano segnalato le criticità legate al transito veicolare.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • paul

    Oddio, la soluzione giusta sarebbe un allargamento completo della carreggiata con inserimento di un percorso ciclopedonale sicuro poichè con l’eliminazione del passaggio a livello e la conseguente chiusura di Via Mulino non è più possibile raggiungere e utilizzare la ciclovia esistente. La mancanza di illuminazione lungo la via ne rende ancora più percioloso l’utilizzo per pedoni e biciclette.

    • Susi

      Ma lei pensa che questi arrivino a fare certi ragionamenti