Commenta

Estorsione e minacce per
un debito di droga. Nei guai
padre e figlio cremaschi

Un giro di droga tra il lodigiano e il cremonese, fino ad arrivare a Rapallo. Nei guai sono finiti due pusher cremaschi, padre e figlio, nei cui confronti è scattato l’obbligo di dimora e il divieto di avvicinamento alla presunta vittima a cui sarebbe stato estorto del denaro per un debito di droga. L’indagine, partita la scorsa estate, è stata portata avanti dalla squadra mobile di Lodi. Tutto è iniziato dalla denuncia di un consumatore di cocaina di Zelo Buon Persico che sarebbe stato costretto a versare a padre e figlio 20mila euro, denaro estorto con violenza e minacce per un debito di droga non meglio precisato. L’indagine ha toccato anche Rapallo, dove i due presunti pusher risiedevano da qualche tempo (il padre è già detenuto a Genova per altri reati).

© Riproduzione riservata
Commenti