Commenta

Duomo, a Pasqua prime prove
di nuova illuminazione: grande
effetto nella navata centrale

L’effetto è davvero notevole. A Pasqua abbiamo visto come la nuova illuminazione della Cattedrale permetta una visione della navata centrale di grande suggestione, permettendo la lettura del ciclo di affreschi che hanno fatto definire dal Longhi il nostro Duomo, la Capella Sistina della Valpadana. Durante la celebrazione della messa pasquale la Cattedrale era nel suo massimo splendore. Mancano alcune sistemazioni e messe a punto nel transetto e nelle navate laterali ma adesso la luce dà davvero spazio alla maestosità della struttura.

I riquadri pittorici sopra agli archi che scandiscono la navata permettono adesso una lettura straordinaria dal fondo a sinistra con i primi quattro episodi della vita di Maria, seguiti dalle scene della vita di Cristo sia privata che pubblica per poi culminare nella maestosa Crocifissione del Pordenone in Controfacciata. Una batteria di grandi artisti come Boccaccio Boccaccino, Altobello Melone, Girolamo Romanino e quindi il Pordenone hanno realizzato questo ciclo di affreschi davvero strepitosi. E la nuova luce li esalta, riportandoli ad essere – al di là del valore artistico – quella Bibbia dei poveri e degli analfabeti per cui sono stati pensati e realizzati.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti