5 Commenti

Luca Nolli a 'La Piazza':
'Necessario valorizzare
le periferie della città'

La viabilità, i parcheggi, la valorizzazione della cultura “che non è solo violino e torrone”, il recupero e rilancio del centro storico, la lotta allo smog, l’attenzione alle periferie, la difesa degli animali: questi i caposaldi del programma di Luca Nolli, candidato sindaco per il Movimento 5 Stelle, ospite della trasmissione La Piazza, condotta da Giovanni Palisto su Cremona1.

Si è parlato innanzitutto della volontà di correre da solo, senza lavorare con la Lega, come invece accade al Governo: “Quello è stato un contratto realizzato post- elezioni per poter governare. Ma a livello elettorale noi con la Lega non c’entriamo nulla” ha detto Nolli, neofita della politica, che però non vive questa cosa come un problema: “Può anzi essere un valore aggiunto”, sottolinea.

Tra i temi salienti, quello delle periferie, che secondo Nolli “devono essere valorizzate, attraverso iniziative mirate”. Ma allo stesso tempo è necessario “rilanciare il centro di Cremona, che è morto, per colpa dei troppi centri commerciali aperti tutto attorno alla città”. Ma anche il commercio deve fare la sua: “Il problema della città è che ci sono troppi negozi uguali. Servirebbe più fantasia da parte del commercio, ci vorrebbe una maggiore diversificazione commerciale”.

E ancora, in primo piano lo smog: “Cremona si trova in una conca, e qui lo smog ristagna. Dunque è necessario lavorare all’eliminazione o comunque alla riduzione delle cause dell’inquinamento”. Tra cui anche l’inceneritore: “Sbagliando, Galimberti lo ha venduto a privati e ora il Comune non ha più alcun controllo su esso, ma grazie alle ultime normative nazionali che prevedono la riduzione dei finanziamenti agli impianti più obsoleti, in cui rientra anche quello di Cremona, ci auguriamo che prima o poi possa essere chiuso dalla stessa proprietà”.

Per i M5S importante anche la cura degli animali, e in particolare la questione nuovo gattile, troppo a lungo rimandata: “E’ necessario trovare una sede più consona rispetto a quella di via Bissolati. A questo proposito abbiamo già in mente alcune possibili alternative”.

lb

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • brontolo

    Le idee non le discuto,ognuno ha le proprie,ma i metodi popolari di scelta dei candidati utilizzati dal sistema dei 5stelle,secondo me,causano ,come in questo caso,il problema dell avere un candidato sindaco che sembra messo li per caso.zero carisma,dialettica discutibile e molta anzi troppa emozione per una persona che si dovrebbe mettere in una posizione di rilievo.questi sono errori dati dalla non esperienza politica,che pagheranno cari…

    • Mirko

      È per questo che fino ad ora ci siamo affidati a politicanti, perché tanto bravi a intortarci, grazie alla parlantina e alla dialettica, e poi si sono visti i risultati

    • Gemelli

      E va bene la pagheremo cara non più di quello che stiamo pagando adesso.. andrà male ma almeno ci avremo provato….ma poi….niente piagnistei…al candidato buon lavoro

  • Mario Rossi SV

    Rimango sulla mia previsione, anzi…anche meno.

  • Elio

    Le idee qui accennate non sono male. Non mi ha convinto il suo oensiero riguardo ai migranti ed ai centri sociali che avevo letto in una sua intervista. Che non abbia esperienza politica da un lato è un male perché non è preparato ad affrontare la burocrazia e le insidie che caratterizzano i palazzi di potere e da un lato è un bene perché non avendo particolari legami con nessuno è libero di agire indipendentemente,o comunque piu di chi è in politica. Vedremo se sarà eletto come si comporterà.