Ultim'ora
Commenta

Si è spento Secondo Piazza,
volto dell'impegno
cattolico in politica

Se n’è andato il 25 aprile, giorno della Liberazione, Secondo Piazza, volto e intelligenza dell’impegno cattolico in politica in provincia di Cremona. L’impegno nella Cisl (che lo ha portato a guidare a lungo il sindacato in provincia come segretario generale), poi la Democrazia Cristiana e da ultimo l’Udc con cui ha condiviso l’ultimo tratto di impegno politico, sia pure con più distacco rispetto al passato. Uomo generoso e instancabile, Piazza ha cresciuto, nel sindacato e nel partito, diversi giovani che poi hanno occupato ruoli di rilievo in provincia. Da sempre anima della sinistra democristiana, Piazza guardava alla corrente Dc di Carlo Donat Cattin, ‘Forze Nuove’, nata nel sindacato cattolico, senza mai rinunciare al suo obiettivo di unire tutta la sinistra del partito in vista anche di nuove alleanze amministrative sperimentate per la prima volta in Italia (si pensi al ‘compromesso storico’ locale attuato a Casalmaggiore con Massimo Araldi sindaco). Terminato l’impegno sindacale, Secondo Piazza fu assessore comunale e poi presidente dell’Amministrazione provinciale. E’ stato a lungo anche il promotore dell’attività del Circolo Fodri di corso Matteotti insieme a Pina Genesi, Lucia Zanotti e Piergiorgio Sangiovanni.

© Riproduzione riservata
Commenti