Commenta

Incidente in moto: muore
il maresciallo dei carabinieri
Claudio Magnavacchi

Una tragedia nella tragedia: Claudio Magnavacchi, maresciallo maggiore in forza al Comando provinciale di Cremona in qualità di Capo sezione personale, è morto nel gravissimo incidente verificatosi nella notte tra mercoledì e giovedì in via Bergamo, zona Migliaro, dopo che circa due mesi fa aveva perso la moglie a causa di una brutta malattia. Il 50enne stava transitando a bordo della propria moto quando ne ha perso il controllo, finendo violentemente contro il guard rail.

Sul posto, oltre all’ambulanza del 118 e ai Carabinieri, sono intervenuti anche i Vigili del fuoco. Magnavacchi è stato soccorso e trasportato d’urgenza in ospedale in codice rosso con un quadro clinico molto serio. Nella notte è quindi avvenuto il decesso. L’esatta dinamica dell’accaduto è ancora da chiarire. Il centauro, comunque, dovrebbe aver fatto tutto da solo senza il coinvolgimento di altri mezzi. L’uomo lascia il figlio Mattia di 23 anni, che viveva con lui nella loro casa di Castelverde, dove l’uomo risiedeva da circa 20 anni (era originario di Castelnovo ne’ Monti – Reggio Emilia).

© Riproduzione riservata
Commenti