Commenta

Il 18 maggio torna a Cremona
'La notte dei musei' con tanti
eventi culturali e musicali

Notte Europea dei Musei tutta da vivere è l’evento che a Cremona, così come in tante altre città dell’Europa, si celebrerà sabato 18 maggio con l’apertura straordinaria e serale, a partire dalle 21, del Museo Civico “Ala Ponzone”, del Museo di Storia Naturale e del Museo del Violino con numerose proposte pensate per stimolare curiosità e interesse verso la ricchezza del patrimonio e il valore culturale delle sedi museali cittadine. Quest’anno, grazie ad una stretta sinergia tra le varie istituzioni presenti in città, sono coinvolti il Museo Verticale del Torrazzo e il Sistema Museale d’Ateneo (Collezione di Strumenti Musicali) del Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali dell’Università di Pavia.

Ricco e variegato è il programma di questa XV edizione che vedrà la musica protagonista sin dall’inizio quando, sullo scalone del Museo Civico “Ala Ponzone”, il pubblico sarà accolto dalle note dell’Inno europeo eseguito dal Piccole Ensemble di Trombe della Scuola di Musica Pontesound (bambini e ragazzi dagli 8 ai 16 anni che fanno parte della classe di tromba del Maestro Antonino Campisi).

Alle 21.20, nella Sala Manfredini, In Fabula Guitar Duo (Fabiola Miglietti – Francesco Molmenti) eseguirà di Robert Schumann, Kinderszenen op. 15 , preceduto da una breve introduzione all’opera a cura di Alessandra Miglietti, al quale seguiranno interventi in duo, trio e quartetto nei vari spazi e piani della Pinacoteca: momenti musicali diffusi proposti dagli studenti del Liceo Musicale “A. Stradivari” e dai chitarristi dell’Accademia A più corde.

Alle 21.30, nella Sala delle Colonne, protagonisti saranno il Coro del Piccolo Conservatorio e gli alunni della classe V A della Scuola primaria “Trento e Trieste”, diretti dalla maestra Carolina Ferraroni. Saranno eseguite canzoni dedicate alla città: in particolare verrà presentato il brano Bella Cremona con testo originale dedicato alle bellezze ed ai personaggi che hanno reso e rendono famosa la nostra città nel mondo. Si affiancheranno inoltre gli allievi della Scuola primaria del Boschetto, diretti dalla maestra Catia Sigismondi, per un omaggio a Fabrizio De Andrè.

Musica di ogni genere in modo da soddisfare i gusti di tutti coloro che vorranno visitare le sale della Pinacoteca. Per questo, a partire dalle 21.30, in una sorta di concerto diffuso, si esibirà la soprano Emi Aikawa, accompagnata alla chitarra da Eleonora Pasquali, con un programma che, non a caso, è denominato Delizie tra i dipinti. Si potranno così ascoltare Greensleeves di anonimo, Flow my tear di John Dowland (1526-1563), Intorno all’idol mio di Marco Antonio Cesti (1623- 1669), Sonata in re minore di Domenico Scarlatti (1685 -1757), Music for a while di Henry Purcell (1659-1695), Come and trip it di Georg Friedrich Händel (1685-1759), Capriccio arabo di Francisco Tarrega (1852 – 1909) e Ombre Amene di Mauro Giuliani (1781-1829).

Musica non solo nelle sale ma anche nel cortile del Museo Civico. Alle 21.45 il concerto Live at the Museum con il crooner e pianista Stefano Signoroni per una serata di grande impatto e divertimento tra canzoni ricercate e brani conosciutissimi. Uno show ‘con lo smoking’, cucito addosso a Signoroni, che spazia dallo swing al pop raffinato internazionale senza tralasciare alcune delle più belle melodie italiane. Un repertorio accattivante che ripercorre la musica dagli anni Sessanta ad oggi e che vede in Stefano Signoroni un perfetto cerimoniere dal gusto vintage capace di far vivere al pubblico uno spettacolo nello spettacolo con carisma ed eleganza. Ad accompagnarlo The MC, la super band capitanata dal bassista Flavio Scopaz, con Giacomo Ruggeri, chitarra Tommaso Ruggeri, batteria, e Giuliano Lecis, tastiere.
E sempre nel cortile di Palazzo Affaitati, con la sua affascinante architettura messa in risalto dall’illuminazione artistica curata da Citelum, gran finale alle 23.30 con Una Noche de Tango a cura della Compagnia del Tango, attiva a Cremona dal 2004 come associazione culturale che promuove il ballo e la cultura del tango argentino. Finale musicale e danzante dunque all’insegna di un ballo totalmente libero, privo di coreografie predefinite e di schemi ripetitivi, che è un linguaggio con il quale esprimersi, caratterizzato da melodie ricche di differenti coloriture musicali, così come gli stili interpretativi e gli impasti strumentali.

Per la Notte dei Musei in Pinacoteca, alle 22 e alle 23, sono inoltre previste visite guidate, curate da CrArT – Cremona Arte e Turismo, alla mostra Giuseppe Moroni tra Novecento Italiano e Scuola Romana, oltre che nelle varie sale. In Sala San Domenico, dalle 21.30, ci sarà l’iniziativa Leonardo sotto torchio con dimostrazioni pratiche di stampa al torchio calcografico della nuova incisione a puntasecca di Vladimiro Elvieri in occasione del 500° anniversario della morte di Leonardo Da Vinci.

Libero accesso, dalle 21.15, anche al Museo di Storia Naturale dove, nell’aula didattica, si terrà il laboratorio, a cura degli studenti della classe II B del Liceo Scientifico “G. Aselli”, L’evoluzione a portata di fiume: si tratterà di andare alla scoperta degli incredibili adattamenti dei macroinvertebrati dei fiumi del nostro territorio. Nella Sala Puerari appuntamento con Aspettando il planetario a cura del Gruppo Astrofili Cremonesi, mentre alla Piccola Biblioteca l’iniziativa Un castello costruito in everblock in collaborazione con C2 Group.

Al Museo del Violino dalle 21 a mezzanotte, con ingresso gratuito, sarà possibile andare alla scoperta delle collezioni liutarie con le guide del museo. In programma inoltre momenti musicali con i Maestri Antonio De Lorenzi, violino, Costanza Pepini, viola, e Alessandro Mastracci, violoncello.
Sabato 18 maggio apertura straordinaria anche per il Museo Verticale del Torrazzo dalle 20 alle 23 (ultimo accesso alle ore 22.30), con biglietto al costo di 3 euro ridotto per tutti con tariffa unica.

Sempre nella giornata di sabato, nell’Aula Magna di Palazzo Raimondi (corso Garibaldi), alle 17, alle 18 e alle 19 La Collezione di rulli per autopiano del Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali dell’Università degli Studi di Pavia: resentazione e ascolti musicali, a cura del prof. Pietro Zappalà, al pianoforte Nicolò Rizzi e Gabriele Galleggiante (si consiglia la prenotazione telefonica al 0372 25575 eleonora.rocconi@unipv.it, comunicando nome e numero partecipanti).

Prima e dopo le iniziative del 18 maggio sono previsti altri appuntamenti nell’ambito del programma Oltre la Notte. Venerdì 17 maggio, alle 21, al Museo Archeologico San Lorenzo c’è infatti Alone, concerto di presentazione del CD di Luciana Elizondo con un repertorio interamente dedicato alla viola da gamba. Domenica 19 maggio, sempre al Museo Archeologico, alle 11.30, visita guidata con l’utilizzo dei visori Oculus e della mappa interattiva di Cremona romana.

Al Museo della Civiltà Contadina “Il Cambonino Vecchio” (viale Cambonino, 22), venerdì 17 maggio, alle 17, va in scena il Festival di canto popolare, l’evento, che si colloca nel programma Cortocircuito, sarà presentato da Michelangelo Gazzoni ed è realizzato in collaborazione con il Circolo proletario ARCI “Carlo Signorini” e l’Istituto di Istruzione Superiore “J. Torriani” (ingresso libero).

Sempre nell’ambito di Oltre la Notte altri due appuntamenti al Museo Civico “Ala Ponzone”. Il primo è sabato 18 maggio, alle ore 11, nella Sala Manfredini della Pinacoteca, con Masterclass A più corde con i solisti e l’ensemble Un Pizzico di Corda dell’Istituto di Istruzione Superiore “A. Stradivari” diretto da Francesco Molmenti. Secondo appuntamento domenica 19 maggio, alle ore 11, sempre nella Sala Manfredini, con il concerto finale dell’Accademia A più corde (protagonisti anche in questo caso i solisti e l’ensemble Un Pizzico di Corda dell’Istituto di Istruzione Superiore “A. Stradivari” diretto da Francesco Molmenti).

© Riproduzione riservata
Commenti