Commenta

Bus dirottato: ragazzi dal
Papa, Di Maio su Rai1: 'Dare
cittadinanza a Adam e Ramy'

Papa Francesco li attenderà a San Pietro mercoledì 29 maggio. Trasferta romana per i 51 ragazzi del bus dirottato lo scorso 20 marzo da Osseynou Sy, sul quale si trovavano due classi delle medie Vailati di Crema, insieme ai professori di educazione fisica e una collaboratrice scolastica. Tutti salvi, grazie al coraggio e all’amicizia, oltre che, ovviamente, all’intervento delle forze dell’ordine. Il Santo Padre vuole incontrare gli studenti, insieme ai loro insegnanti, in udienza.

Le classi partiranno il giorno precedente, martedì 28, per visitare anche la caserma dei carabinieri Salvo D’Acquisto, sede dell’8º Reggimento “Lazio”, del 4º Reggimento carabinieri a cavallo, del Raggruppamento carabinieri investigazioni scientifiche (RaCIS) e del Reparto investigazioni scientifiche (RIS) di Roma.

Nel pomeriggio di mercoledì (l’udenzia in Vaticato è prevista molto preso la mattina, ndr), incontreranno nuovamente il ministro all’Istruzione Bussetti, che già era stato a Crema, nei giorni successivi al sequestro, per fare loro i complimenti.

Intanto ieri, all’interno del programma “Che tempo che fa” condotto da Fabio Fazio su Rai1, il vicepremier Luigi Di Maio ha parlato della richiesta di cittadinanza di Adam e Ramy. “Va data. Una promessa è una promessa, specie se fatta a dei bambini – ha dichiarato il leader del Movimento 5 Stelle – E la meritano. Hanno dimostrato estremo coraggio”.

Di Maio precisa che “la questione riguarda il Ministero dell’Interno, e io non voglio intervenire. Certo è che l’obiettivo è quello di velocizzare la procedura. Se Salvini è troppo impegnato – ha concluso – significa che investiremo il presidente del Consiglio”.

AmBel

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti