Commenta

Simboli sui manifesti
di Malvezzi: non dovrebbero
essere quattro?

Lettera scritta da Sara Arcaini - consigliere comunale di Fare Nuova la Città

Egregio direttore,

in questi giorni girando per Cremona sono incappata nei manifesti elettorali del candidato sindaco di una parte del centrodestra, Carlo Malvezzi. Su una spalla tiene la giacca, sull’altra ci sono i simboli delle liste che lo sostengono. In alcuni sono dieci, in altri quattro.

Attraverso la stampa, volevo chiedere spiegazioni agli organi competenti: le liste rappresentate sui manifesti affissi negli spazi elettorali non dovrebbero essere quelle ufficialmente presentate e presenti sulle schede elettorali, ovvero per il candidato in questione quattro? In caso contrario sono previsti provvedimenti o sanzioni per averne “millantato” il sostegno di sei in più di quante realmente depositate? (In sede elettorale continua ad essere esposto quello errato con i sei simboli in eccesso).

Credo che la correttezza delle procedure ed il rispetto delle regole, facendosi carico delle successive responsabilità per gli errori commessi, sia fondamentale verso gli elettori per chiunque si candidi a ricoprire un ruolo istituzionale. Sono sicura che è così anche per chi, forse, professando l’unità, è preda di qualche mania di grandezza.

© Riproduzione riservata
Commenti