5 Commenti

Comune, accordo con
Enercom per la gestione
degli affittuari con morosità

Palazzo Ala Ponzone, sede del unto unico d'accesso ai servizi sociali del Comune

Un accordo tra Comune di Cremona, servizi sociali e il fornitore di gas ed energia elettrica Enercom, per la gestione dei pagamenti delle bollette degli utenti morosi nelle case popolari. L’accordo di collaborazione prevede la creazione di un gruppo di lavoro congiunto e permanente nel quale saranno concordati gli interventi da attuare a favore dei clienti di Enercom Srl, residenti nel territorio del Comune, che aderiscono ad un progetto finalizzato alla fuoriuscita dalla situazione di disagio o di  recupero della propria autonomia, concordato con l’assistente sociale di riferimento e che non abbiano già avviato con la stessa Enercom Srl pratiche di contenzioso legale.

In particolare, il Comune s’impegna a sostenere interamente i consumi degli utenti presenti nella cosiddetta lista di fragilità, con pagamento diretto a Enercom Srl; mentre quest’ultima si impegna a non sospendere né a cessare, o limitare per alcun motivo, senza averlo prima comunicato al Comune, la somministrazione di energia elettrica e gas nei confronti delle utenze interessate.
Enercom e Comune si impegnano inoltre ad evitare laddove possibile, l’avvio di procedure di distacco delle utenze e di consentire, dove possibile la rateizzazione dei pagamenti delle bollette di energia elettrica e gas relative ai consumi maturati da persone in situazione di particolare difficoltà socio — economica con modalità agevolate, eventualmente da concordarsi con il Settore Politiche Sociali del Comune. L’accordo avrà valore fino al  31 dicembre 2019.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mario Rossi SV

    Perché un accordo sino al 31/12 quando questa amministrazione tra poco cambierà?

    • Rosso

      Perché vogliono mettere in difficoltà la prossima giunta.spero che tutti i contratti vengano rivisti

    • gianfrancogalli

      come diceva il saggio non vendere mai la pelle dell’orso prima di averlo preso, oppure non dire gatto fino a quando non è nel sacco, e quando si fanno degli accordi dove devi spendere dei soldi quasi sicuramente a fondo perduto, devi fare delle prove,se non vanno li cambi e cosi non metti sicuramente in difficoltà la giunta dopo, è molto semplice con una scadenza cosi se non vanno bene li cambi.

      • Mario Rossi SV

        A 3 giorni dal voto fai un accordo? Stiamo scherzando?

  • Giamburrasca19

    Ottimo risultato…..bravi.