Commenta

Ancora in mostra in sala
Alabardieri i 'ritratti con barba'
dei dipendenti dell'ospedale

Ancora un giorno per visitare la mostra in corso presso sala Alabardieri del Comune di Cremona, organizzata dall’Ufficio Comunicazione dell’Asst, “La filosofia della barba. Ritratti con cura, in ospedale”, 50 ritratti fotografici maschili in bianco e nero realizzati da Lucio Ferrari, biologo dell’Ospedale di Cremona, che ha ritratto altrettanti dipendenti dell’ASST di Cremona. La mostra è aperta fino a sabato 1 giugno 2019, ore 9-18.

L’iniziativa, realizzata con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Cremona, è curata dall’Ufficio Comunicazione dell’ASST di Cremona nell’ambito di progetti che valorizzano le risorse umane e i loro talenti. Immagini iconiche, anticonvenzionali, scattate senza particolari artifici che raccontano in modo inconsueto lo sguardo di chi svolge la pratica della cura dentro l’ospedale, l’incontro con l’altro. La barba è un pretesto, un filo narrativo, un’allusione alla saggezza.

Motivo d’ispirazione per l’autore sono stati “sguardi luminosi e arditi come quelli di guerrieri antichi: non hanno armature, ma camici, divise, tute da lavoro, grembiuli”. Testimoniano la loro professionalità, l’esperienza, la conoscenza. Ci guardano. Sono presenze serie e consapevoli.

L’esito è quello di una galleria di ritratti del nostro tempo, dove la barba è anche un vezzo stilistico. La mostra è la prima parte di un progetto più complesso che – in un secondo momento – vedrà protagoniste le donne e la cura. Il filo conduttore sarà la capigliatura che sin dall’età antica, al pari della barba, è da ritenersi elemento stilistico distintivo.

© Riproduzione riservata
Commenti