Cronaca
Commenta14

Approfitta della calca per selfie con Salvini e si struscia contro una minore. Arrestato 50enne

Il comizio di Salvini del 3 giugno (foto Sessa)

Si è strusciato contro una ragazza che era in coda per farsi un selfie con il ministro Matteo Salvini, e si è ritrovato in arresto con l’accusa di violenza sessuale. In manette è finito Luca Todde, 50enne di origini sarde ma residente in provincia di Bergamo. Ad arrestarlo sono stati gli agenti della squadra mobile su disposizione del pm Milda Milli. Domani è previsto l’interrogatorio di garanzia. Lunedì in tarda serata, al termine del comizio di Salvini tenuto ai giardini di piazza Roma, il pubblico si è messo in coda in attesa di salire sul palco per farsi una foto con il ministro. Nella calca c’era anche una ragazzina cremonese di 16 anni. Dietro a lei si è posizionato Todde, che prima ha bloccato la giovane per un braccio, e poi ha cominciato a strusciarsi contro di lei, insistentemente per dieci minuti. La ragazza, incredula, ha protestato e si è divincolata con forza, riuscendo alla fine a sfuggire al suo aggressore. La minore è corsa via e quando ha incontrato una pattuglia della polizia, l’ha fermata, spiegando i fatti e indicando agli agenti l’uomo che l’aveva palpeggiata. Il 50enne non si era mosso dal suo posto. Portato in Questura, è stato identificato e poi dichiarato in arresto per violenza sessuale. Ai poliziotti, Todde, che è incensurato e che lavora nella sicurezza al centro commerciale Alle Valli di Seriate, ha ammesso che quella non era la prima volta che si strusciava contro una giovane donna. Aveva già fatto la stessa cosa l’anno scorso ad un concerto di Radio Italia a Milano. Per lui, domani, il pm è già intenzionato a chiedere al gip la convalida dell’arresto.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti