Commenta

Lavori in corso a palazzo Fodri,
nel nuovo Centro per l'Impiego
spazi anche per i navigator

foto Sessa

Lavori in corso a palazzo Fodri, dove entro luglio saranno pronti i nuovi uffici del Centro per l’Impiego prossimo a traslocare da via Massarotti (ex Inpdap). 850 mq di superficie, al secondo piano dell’ala di palazzo che si sviluppa lungo via Gerolamo da Cremona e via Valverde, occupati dagli uffici della Cariplo prima che traslocasse. L’accesso sarà dal portone principale di corso Matteotti, in parte in comune con la società di informatica Net4Market: saliti i primi scalini, l’accesso al Centro per l’Impiego avverrà attraverso la scala e l’ascensore sulla sinistra.

I lavori, seguiti dall’architetto Roberto Signorini di Fondazione Città di Cremona, proprietaria dell’immobile, erano iniziati ad aprile e riguardano soprattutto le parti impiantistiche: nuovi collegamenti elettrici, cablatura, impianti di riscaldamento e raffrescamento, luci e prese elettriche costituiscono il grosso dell’intervento, circa 250mila euro sui complessivi 380mila circa. Ci sarà un ampio ingresso con reception, da cui attraverso un corridoio di passaggio gli utenti verranno inviati all’open space dove ci saranno le prime postazioni. Poi, una serie di uffici e una sala comune per le riunioni. Saranno ricavati anche spazi per i ‘navigator’, il cui reclutamento è partito con le prove selettive di maggio, 16 quelli destinati alla provincia di Cremona. In questo modo palazzo Fodri, acquistato dalla Fondazione qualche anno fa, viene ad essere completamente occupato: ai primi inquilini (una scuola di ballo) si sono via via aggiunti una società di ingegneria, il coro Costanzo Porta, i corsi di restauro di Cr.Forma, i corsi della Laurea Magistrale dell’università di Pavia, fino all’ingresso lo scorso anno di Net4Market.

La nuova sede prende il posto dell’ex ufficio di collocamento di via Massarotti, di proprietà Inpdap, dove dovrebbero essere trasferiti gli uffici dell’Inps di piazza Cadorna. Un contenitore che da qui a qualche mese potrebbe svuotarsi, consentendo all’Inps di risparmiare sull’affitto, ma che soli pochi anni fa è stato ristrutturato al piano terra, diventando così facilmente accessibile all’utenza. L’ex Inpdap, al contrario, avrebbe bisogno a sua volta di una vasta ristrutturazione. Il valzer degli uffici pubblici è appena iniziato. g.b.

foto Sessa

La sede Inps di Piazza Cadorna che potrebbe essere presto svuotata. (foto di repertorio)

© Riproduzione riservata
Commenti