Commenta

Girton College Chapel Choir
in cattedrale con la Messa
di Marc’Antonio Ingegneri

Oggi, lunedì 8 luglio 2019, alle ore 21, nella suggestiva cornice della Cattedrale di Cremona, nell’ambito del Cremona Summer Festival, si esibiranno il Girton College Chapel Choir di Cambridge con il Complesso di Ottoni ‘Historic Brass of the Guildhall School and Royal Welsh College of Music & Drama’, diretti da Gareth Wilson.

“La consolidata tradizione di ospitalità dei più prestigiosi cori dei College inglesi – dichiara Giampiero Innocente, direttore del Collegium Vocale di Crema – giunge al 14° anno consecutivo, portando in diverse città della Lombardia una compagine d’Oltremanica segnalata con importanti recensioni in riviste internazionali di musica. Il Coro e l’Orchestra del Collegium Vocale di Crema, diretti da Giampiero Innocente, organizzano dal 3 all’8 luglio il tour del Girton College di Cambridge, accompagnato da un prestigioso e storico ensemble di cornetti e ottoni rinascimentali.

Il gruppo inglese terrà una serie di concerti che si preannunciano come “memorabili” dando vita ad un grandioso momento musicale con l’esecuzione della Missa “Laudate pueri” di Marc’Antonio Ingegneri e mottetti dello stesso compositore cremonese. Il direttore del gruppo inglese, Gareth Wilson, ha scelto questa solenne musica rinascimentale (otto voci e raddoppio degli ottoni) come omaggio particolare a due delle tappe del tour del Girton College: Cattedrale di Cremona (Cremona Summer Festival) e Mantova, nella Basilica monteverdiana di S. Barbara.”

L’imponente scenario che si presenterà agli ascoltatori rievoca la grande tradizione polifonica rinascimentale veneziana (Ingegneri lavora a Venezia a partire dal 1557) che viene poi esportata in altre importanti città e corti del nord Italia: ritroveremo il compositore a Cremona come maestro di Claudio Monteverdi. La Messa di Ingegneri era già stata eseguita a Cremona dal famoso coro ‘Tallis Scholars’ diretto da Peter Phillips nel 2008, durante il Festival Monteverdi, in versione polifonica ma in questa riproposizione sarà particolarmente esaltata la dimensione del colore musicale, grazie al sostegno dei cornetti e degli ottoni rinascimentali: le otto voci del coro (tipiche delle due cantorie in S. Marco a Venezia) e gli strumenti in raddoppio creano un affresco che rimanda alle sonorità di una tradizione che sarà di esempio e imitazione per i grandi polifonisti europei del XVI e XVII secolo.

Il Girton College Chapel Choir è un coro riconosciuto a livello internazionale, formato da circa 25 coristi e cresciuto soprattutto negli ultimi dieci anni grazie agli elevati standard musicali, alle registrazioni regolari e alle entusiasmanti tournée.  Durante il Full Term, il coro canta nelle liturgie della cappella del Girton College diverse volte alla settimana, oltre ad un intenso programma di viaggi all’estero tra cui si segnalano quelle a Singapore, Israele e Palestina, Canada, Portogallo, Australia, Malesia, Tailandia, Hong Kong, Giappone, Stati Uniti, Germania, Slovenia, Francia, Irlanda, Svizzera e Spagna. Il Girton Choir tiene anche regolari esecuzioni nelle principali cattedrali in tutta la Gran Bretagna: le visite recenti hanno incluso le cattedrali di Bristol, Ely, Lincoln, Canterbury, Exeter, Norwich e Lichfield e l’Abbazia di Westminster.

Il Coro registra ogni anno un CD e i più recenti – con un programma di polifonia rinascimentale – sono stati riconosciuti dalla critica musicale come estremamente professionali: la registrazione fatta nel 2017 ha ottenuto le cinque stelle della prestigiosa rivista “Choir & Organ”. Il terzo CD del Girton choir per la casa discografica “Toccata Classics” include diverse registrazioni in prima esecuzione assoluta di Palestrina e Ingegneri, con la presenza degli ottoni rinascimentali della “Guildhall School and Royal Welsh College of Music and Drama”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti