Commenta

Arrestato il Mullah Krekar
Nel 2000 coordinava la
cellula terroristica cremonese

E’ di nuovo finito in manette il Mullah Krekar, fondatore del gruppo terroristico Ansar al-Islam, di cui facevano parti alcuni attivisti residenti nel Cremonese coinvolti in inchieste agli inizi del Duemila, arrestato stavolta dalla polizia norvegese dietro richiesta delle autorità italiane. Nei sui confronti, infatti, è stata emessa ieri una sentenza dal tribunale di Bolzano. La Corte d’Assise ha emesso sentenza di condanna a 12 anni di carcere nei suoi confronti.

E se oggi Krekar viene considerato il capo spirituale della cellula jihadista Rawthi Shax, che era stata smantellata nel 2015 a Trento, anche Cremona lo ricorda bene, in quanto vecchia conoscenza della Digos di Cremona. Nell’ambito delle indagini che avevano poi portato allo smantellamento dell’organizzazione terroristica, gli investigatori avevano infatti rinvenuto sue lettere nella moschea di via Massarotti, quella da cui partirono per l’Iraq diversi estremisti. Ai tempi la Procura di Milano aveva chiesto l’estradizione proprio del Mullah Krekar.

© Riproduzione riservata
Commenti