5 Commenti

Cremona invasa dalle
erbacce su strade
e monumenti storici

Cremona invasa dalle erbacce. A denunciare la situazione è Daniele Disingrini, di Cremona Ancor, che sollecita l’amministrazione comunale a intervenire. “Passando da Piazza del Duomo mi sono accorto che l’erba cresce anche lungo il marciapiede del Palazzo Comunale, sotto le finestre dell’ufficio del sindaco” scrive Disingrini. Ma è solo uno dei tanti punti: la statua di Bissolati, nel cortile della scuola Vacchelli è letteralmente invasa di erba, così come la contrada Santa Tecla risulta piena di parietaria.

Non è tutto: “L’importante rudere del Castello di Santa Croce (il Torrione di via Ghinaglia), l’unico pezzo rimastoci di tutta la costruzione del maniero, è in cattive acque” continua Disingrini. “Non tanto per le essenze che crescono sulla sommità, ma per quelle che si sono attecchite tra le fessure delle pareti verticali. E’ necessario l’intervento (delicato) di un giardiniere che conosca un briciolo di storia”.

Erba alta anche in piazza della pace, così come in tante vie acciotolate del centro storico, dove sorgono essenze di ogni tipo. “Conservare nel decoro una città, togliendole quel velo di abbandono che le conferiscono zone lasciate all’erba invadente, è buona cosa” commenta Disingrini. “L’amministrazione deve organizzare meglio il lavoro di manutenzione del tessuto urbano. Una città importante come Cremona, conosciuta in tutto il mondo, non può presentarsi in questo modo”.

lb

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Illuminatus

    Il Comune rimuove sempre tempestivamente le erbacce… dopo che sono apparse sulla stampa.

    • Sbirulino19

      E farlo fare a personale pagato e qualificato, non al primo che arriva…”E’ necessario l’intervento (delicato) di un giardiniere che conosca un briciolo di storia”.

  • Stante59

    Che sconsiderati. Cremona ambisce al primato, come dice la nuova assessora, di città più “green” e lo sta facendo nel modo più economico possibile .. I cittadini ringraziano !

  • antonio1956

    Oltre alle vie documentate con le fotografie qui sopra si potrebbe aggiungere piazza san Pietro angolo via Cadore dove, dietro transenne a protezione del muro in cotto messo in sicurezza un anno fa, è cresciuto un boschetto con vegetazione spontanea di oltre un metro di altezza.

  • Illuminatus

    Possibile che i nostri amministratori, che per partito preso vanno solo in bicicletta, non vedano questa vergogna?