Commenta

Area ex Piacenza,
qualcosa si muove
sul fronte del riutilizzo

Sull’area dell’ex Piacenza Rimorchi di via Milano, chiusa e abbandonata da anni dopo essere finita sotto sequestro per la presenza di amianto e rifiuti pericolosi, potrebbe esserci un nuovo interessamento. Nessuna richiesta formale per ora presentata presso gli uffici comunali, ma le indiscrezioni sulla presenza di possibili acquirenti o gestori interessati a farsi avanti per riportare in vita la storica area industriale dismessa ci sono.

Questa mattina qualcuno ha notato la presenza di camion al di là della cancellata di via Milano, a riprova che forse all’interno della ex Piacenza qualcosa si muove davvero. L’area – 28mila metri quadrati di superficie – ha una parte produttiva, dove si trovano ancora oggi i vecchi capannoni e una a destinazione commerciale, nell’ex deposito rimorchi dall’altro lato della carreggiata. Top secret per ora il nome del gruppo che potrebbe essere interessato a investire. La destinazione d’uso prevista nel Pgt prevede un massimo del 20 per cento dei metri quadrati complessivi, al commerciale, quindi al massimo medie strutture di vendita. Di certo la zona – sottoposta a sequestro preventivo nel 2014 dai carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Brescia e dalla polizia municipale di Cremona dopo una segnalazione della sezione locale dell’Osservatorio nazionale amianto – richiederà importanti opere di bonifica, che al momento non risultano essere mai state effettuate.
L’ex Piacenza Rimorchi – acquistata all’asta nel 2017 – appartiene a due diversi proprietari, forse gli stessi che in mattinata hanno effettuato i sopralluoghi.

© Riproduzione riservata
Commenti