Commenta

Il contentino di Trenord,
tolti alcuni bus:
tornano i treni

Aumenta il numero di treni, ma i disagi dei pendolari restano. Se Trenord annuncia che da domani, domenica 1° settembre, al 14 dicembre ci saranno quattro convogli aggiuntivi sulla Milano-Cremona-Mantova e che il servizio sarà potenziato anche sulla linea Pavia-Codogno-Cremona e sulla Piadena-Parma, chi viaggia in treno ogni giorno in direzione Brescia fa presente un altro problema: i ripetuti ritardi che il treno delle 7.24 in partenza da Cremona per Brescia accumula per l’incrocio con la Freccia della Versilia che non è mai in orario. La percorrenza del convoglio proveniente da Cremona – segnala una pendolare – potrebbe proseguire, ma questo non è possibile perché a Bagnolo è fermo il primo binario. E la situazione è la stessa da più di due mesi.

In attesa però di una soluzione possono cantare vittoria gli altri viaggiatori che avranno a disposizione nuove corse. Come detto, sulla line Milano-Cremona-Mantova ci saranno quattro nuovi treni: quello delle 10.21 (partenza da Cremona e arrivo a Codogno alle 10.58), delle 12.09 da Cremona (con arrivo a Mantova alle 13.20) , il Cremona-Mantova delle 16.09 e il Mantova-Cremona delle 17.56. Le novità riguarano anche la linea Cremona-Codogno-Pavia con tre nuovi treni: il Pavia-Codogno delle 15.05 in circolazione dal 2 settembre al 14 dicembre i giorni feriali e il sabato, il Codogno-Pavia delle 16.42 e il Cremona-Pavia delle 5.47, attivo solo i giorni feriali. Sulla linea Brescia-Piadena-Parma si aggiungerà il Piadena-Parma delle 8.37, ma non nei giorni festivi. Una boccata d’ossigeno per i pendolari, specie in vista della ripresa delle scuole e del rientro dalle ferie. Ma se basterà questo ad allentare la crisi del trasporto ferroviario locale è presto per dirlo.

Michela Cotelli

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti