Commenta

Festa del Volontariato,
si scaldano i motori
in vista del 22 settembre

foto di repertorio
Il volontariato cremonese si appresta vivere  la sua grande festa che si terrà  tra Piazza Stradivari e Piazza del Comune domenica 22 settembre. Si tratta di un appuntamento sempre più consolidato nel panorama degli eventi in città, per sottolineare l’importanza sociale di un settore  che svolge diversi compiti (educativo, formativo, sportivo, culturale, sociale) rivolti a coloro che ne hanno bisogno in vari aspetti e circostanze, per tutte le fasce sociali.  Grazie a queste persone, sempre più numerose,   è stato possibile attraversare una forte  crisi sociale, economica e culturale.
Presso il Teatro Monteverdi di Cremona ieri è stato illustrato  il programma della festa nei dettagli. Francesco Monterosso responsabile del Centro Servizi per il Volontariato di Cremona  nel suo breve intervento tecnico , che è seguito a quello di Giorgio Reali referente del CSv Lombradia Sud, ha sottolineato che il tema di questa 28° edizione della Festa del Volontariato sarà “Il Movimento” strutturato in tre fasi: “l’Incontro, il Confronto ed il  Riconoscimento”, in pratica un grande Laboratorio di riflessione e riformulazione di vari temi sociali. I numeri sono eccellenti: 111 stands con 15 di enti istituzionali, 700 volontari coinvolti, 22 micro-eventi collaterali (nell’apposito “Spazio Corner”),  20 i volontari del servizio civile a supporto. 8 le animazioni di vario genere durante l’intensa giornata e 10 quelle sportive rientranti in un progetto coordinato da Comune di Cremona, Fondazione Comunitaria della Provincia di Cremona e del Panathlon. Si inizierà alle ore 10 con la cerimonia d’apertura e l’accoglienza “con il sorriso” da parte delle associazioni Go-On e Teatro Itinerante per terminare verso le 19, il tutto all’insegna  dell’entusiasmo e della solidarietà.
Marco Ravara

© Riproduzione riservata
Commenti