Ultim'ora
Un commento

Il 22 settembre a Cremona per
la prima volta il Premio Maria
Carta con Patrizia Laquidara

Sarà nientemeno che Patrizia Laquidara, compositrice e cantante siciliana, ad aggiudicarsi la 17ª edizione del premio Maria Carta, che per il primo anno si terrà a Cremona, il 22 settembre (ore 16) presso Palazzo Cittanova, in trasferta dalla Sardegna, grazie a un’iniziativa del circolo culturale Sa Domus Sarda di Cremona.

Patrizia Laquidara è una delle figure più raffinate e nel contempo poliedriche del panorama della canzone italiana.  ?Osannata dalla critica, che ha avuto modo di apprezzarla fin dagli esordi al Premio Città di Recanati (oggi Musicultura) o al Premio Tenco, si è distinta con lavori che l’hanno portata a esibirsi in Europa, in Brasile, in Marocco, in Giappone e negli Stati Uniti. Con il disco “Il canto dell’Anguana” ha realizzato una straordinaria indagine sulla canzone popolare dell’Alto Vicentino; ha illuminato con la sua intensa “Noite luar” la colonna sonora del film “Manuale d’amore”.

Un altro Premio sarà assegnato al cantante e compositore cagliaritano da molti anni residente in Svizzera, Efisio Contini e alla sua compagna, artistica e nella vita, Dodo Hug, una delle voci più importanti della misconosciuta scena elvetica. Nella loro produzione sempre presente il ricordo e la riproposizione di motivi che ricordano la terra di origine di Contini, anche con l’impiego di testi in lingua sarda. Ma la coppia si è imposta sulla scena europea anche con coraggiosi album che rivisitano la canzone di protesta, canti politici e sociali.

Altri due riconoscimenti verranno assegnati nel corso della manifestazione al circolo Sa domu sarda, presieduto dal silighese Antonio Milia, per l’intensa attività svolta a sostegno della promozione della cultura sarda, e alla società Abinsula.

La manifestazione di Cremona sarà arricchita dalla presenza e dalle esibizioni del duo Fantafolk con Andrea Pisu (launeddas) e Vanni Masala (organetto), del clavicembalista cagliaritano Luigi Accardo, del gruppo a tenores Sos Emigrantes, della cantante Giusy Pischedda e dei giovanissimi componenti il coro Maria Carta dell’istituto comprensivo statale “Pasquale Tola” di Sassari diretti dai professori Antonio Garofalo e Palmira Santoru.

© Riproduzione riservata
Commenti