Commenta

Anche Cremona nel
calendario culturale
di Savini Milano 1867

Il calendario culturale che Savini Milano 1867 intende offrire alla città meneghina, riportando alla ribalta personaggi illustri che ne hanno frequentato le sale – quali Maria Callas, Filippo Tommaso Marinetti, Arturo Toscanini, Giuseppe Verdi, Gabriele D’Annunzio, Alfred Hitchcock e Valentina Cortese, solo per citarne alcuni – comprende anche eventi organizzati in collaborazione con città a vocazione musicale come Cremona e Busseto. Per tale motivo, alla presentazione dell’iniziativa, hanno partecipato l’Assessore al Turismo Barbara Manfredini e il Sindaco di Busseto Giancarlo Contini.

“E’ proprio la tradizione liutaria e musicale il trait d’union con Milano e con il Savini”, ha sottolineato tra l’Assessore Manfredini, che ha aggiunto: “Città dalle infinite sfaccettature, a Milano, infatti, è presente una dimensione musicale colta che da sempre conosce e apprezza la storia liutaria cremonese e la tradizione musicale barocca nata con Claudio Monteverdi, il Savini in particolare, che dalla sua apertura nel 1867 è il salotto buono della città, si intona a questo mood con la sua cucina raffinata offerta a personaggi del calibro di Giuseppe Verdi, Giacomo Puccini, Mascagni e Toscanini, per citarne solo alcuni, e dove Maria Callas era solita cenare al termine dei suoi concerti alla Scala”.

© Riproduzione riservata
Commenti