Commenta

Le ricette dei cuochi contadini
e il ‘gioco dei sapori’ martedì
al Mercato di Campagna Amica

C’è la ricetta, rigorosamente cremonese, dei “marubini ai tre brodi” e quella, ugualmente irrinunciabile, dei “tortelli cremaschi”. Dalle altre province lombarde arrivano, ad esempio, le ricette del risotto giallo con asparagi e robiola (da Pavia), dalla minestra d’orzo (Como-Lecco), dell’ossobuco (da Milano), del bruscitt con polenta (da Varese), del bossolà da Brescia, della frittata alle erbe (da Monza-Brianza) e tante altre proposte, dedicate ai sapori tipici della Lombardia, raccolte in una serie di schede – a cura dei cuochi contadini di Campagna Amica e Terranostra Lombardia – che gli agricoltori offriranno in dono a tutti i cremonesi che trascorreranno il martedì mattina al Mercato di Campagna Amica, che da domani (martedì 17 settembre) prende avvio presso il portico del Consorzio Agrario di Cremona, in via Monteverdi.

#facciamocosebuone è lo slogan con cui le aziende agricole della Coldiretti danno avvio ai “martedì al Mercato di Campagna Amica”, tutte le settimane presso il portico del Consorzio Agrario, dalle ore 8 alle 12. “Aspettiamo tutti gli appassionati del vero Made in Italy” sottolineano gli agricoltori della Coldiretti. “Il mercato di Campagna Amica è il luogo ideale di incontro tra gli interessi degli agricoltori e quelli dei cittadini, uniti nella passione per il nostro territorio, le nostre tradizioni, i nostri sapori.  Il punto di forza sarà rappresentato, come sempre, dalla bontà e genuinità dei cibi che porteremo presso il mercato. Nel contempo, vogliamo che questo diventi un luogo d’incontro per tutti: ci saranno momenti dedicati ai più piccoli, con l’impegno di accogliere presso il mercato le lezioni di educazione alimentare che da anni proponiamo alle scuole del territorio, e ci saranno sorprese speciali per gli anziani”.

Già dalla prima giornata (domani) tutti gli over 75, insieme a tutti i cittadini che faranno la spesa, potranno partecipare al “gioco dei sapori” che regala alcuni zaini (con l’invito a riutilizzarli per la spesa) e un cesto carico di primizie. Presso il mercato si avrà il rush finale della raccolta firme “Eat Original – StopCiboAnonimo”, l’Iniziativa dei Cittadini Europei che vuole rendere obbligatoria l’indicazione del paese di origine per tutti gli alimenti trasformati e non trasformati in circolazione nell’Unione Europea. Settembre è l’ultimo mese utile, per una firma per proteggere la salute dei cittadini, per combattere le frodi nell’agroalimentare e per garantire ai cittadini la libertà di scegliere il vero made in Italy.

© Riproduzione riservata
Commenti