Cronaca
Commenta

San Felice, il 30 settembre consegna alla ditta incaricata di demolire la vecchia scuola

Con la demolizione della vecchia scuola di San Felice entrano nel vivo i lavori di riqualificazione del quartiere per il quale il Comune ha ottenuto un contributo dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri per il Bando Periferie. Lunedì 30 settembre avverrà infatti la consegna dell’area alla ditta incaricata dei lavori e, nei giorni seguenti, il cantiere diventerà pienamente operativo. Per consentire il regolare svolgimento delle attività edili di demolizione e poi di ricostruzione sarà modificata la viabilità sulla via San Felice. La strada, fatta eccezione per l’accesso alle proprietà laterali, verrà chiusa al traffico nel tratto compreso tra il civico 3/C e l’incrocio con via San Savino su un lato e fra il civico 1/L e l’incrocio con le vie Corte dei Monaci e via Gazzoletto sull’altro lato. Sarà in ogni caso predisposta apposita segnaletica per indicare i percorsi alternativi. Nei prossimi giorni inizierà inoltre la distribuzione di materiale informativo nel quartiere (si veda allegato). L’ordinanza riguardante la modifica alla viabilità prevede che i lavori di questa prima fase siano ultimati entro il mese di dicembre 2020.

Dopo la demolizione dell’immobile che ospita la scuola per l’infanzia, a seguire, in base ad un crono programma messo a punto dal Settore Progettazione, Rigenerazione Urbana e Manutenzione, in particolare dal Servizio Progettazione e Direzione Lavori, seguiranno gli interventi per la costruzione del nuovo edificio scolastico, la riqualificazione della palestra, le opere riguardanti il verde, la viabilità e l’illuminazione pubblica.

“Finalmente prende il via questo importante progetto”, dichiara il Vice Sindaco ed Assessore al Territorio Andrea Virgilio, che prosegue: “In questi giorni tutti i tecnici del Settore Progettazione e Direzione Lavori stanno lavorando a pieno ritmo per portare a termine tutte le azioni propedeutiche necessarie per consentire l’allestimento del cantiere. Siamo impegnati in una sfida davvero importante che ci apprestiamo ad affrontare con l’energia che ci ha accompagnato sino ad ora forti delle relazioni che siamo stati capaci di costruire e che intendiamo rafforzare. Siamo consapevoli che un simile cantiere comporterà alcuni disagi, ma confidiamo nella comprensione dei residenti che, sino ad ora, hanno dimostrato una fattiva partecipazione e con in quali è stato condiviso passo passo il percorso che ora va concretizzandosi con la realizzazione degli interventi”.

La comunicazione al Comune di Cremona che la Corte dei Conti ha registrato la Convenzione per il “Programma di riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie” che riguarda gli interventi previsti a San Felice è avvenuta lo scorso 25 giugno. In attesa dello sblocco del finanziamento, che ammonta a 7.019.500,00 euro, la Giunta aveva già provveduto a dare il via libera ai progetti definitivi ai quali hanno fatto seguito quelli esecutivi: demolizione dell’attuale edificio della scuola infanzia (il costo complessivo dell’intervento è pari ad 180.000,00 euro I.V.A. inclusa) e quello per la costruzione di una nuova struttura scolastica funzionale e all’avanguardia (costo complessivo pari a 1.970.000,00 euro, IVA compresa); adeguamento e riqualificazione della palestra esistente (costo complessivo dell’intervento 1.835.000,00 euro, IVA inclusa) così da migliorarne la fruibilità, l’efficienza energetica e il comfort; esecuzione delle opere infrastrutturali e di illuminazione pubblica (costo complessivo 2.242.400,00 euro, IVA inclusa); miglioramento delle attuali aree verdi del comparto (costo complessivo 292.100,00 Euro, IVA inclusa); progettualità relativa alle azioni sociali e di accompagnamento che comporta una spesa complessiva di 500.000,00 euro.

© Riproduzione riservata
Commenti