8 Commenti

Il Simply diventa Conad e cala
sipario sull'ex Snum. Via libera
a rifacimento Cremonella

Cambierà insegna il supermercato Simply di via Ciria, dopo l’acquisizione del marchio da parte di Conad che già la scorsa primavera aveva annunciato la maxi acquisizione di circa 265 supermercati del gruppo Auchan (18mila i dipendenti, di cui 6mila passano subito a Conad), di cui 109 vengono trasferiti subito. Cremona è uno di questi e da metà novembre sono attesi cambiamenti nel negozio in fondo a viale Po, fortunatamente sembra senza alcun rischio per i dipendenti. Questo conferma la caduta di interesse da parte della cooperativa di produttori emiliana per l’area ex Snum, tra via Cadore e via Giordano, di cui si è parlato a lungo gli anni scorsi.

Il progetto era già stato presentato in Comune per un market di medie dimensioni, con parcheggio annesso ed era stata trovata la quadra anche circa il nodo viabilità, con la realizzazione di una rotonda tra via Giordano, via Bosco e porta Mosa. Poi ci fu il danneggiamento del cavo Cremonella, sottostante la pavimentazione, durante i lavori di bonifica dei terreni e il lungo stop in attesa del ripristino. Da qualche giorno è arrivato il benestare della Soprintendenza al progetto di rifacimento del manufatto in cotto e la proprietà, la coop. Monteverdi, è pronta ad intervenire. La proprietà assicura che ci sono già diversi altri marchi della media distribuzione interessati a subentrare a Conad, sempre nella categoria alimentari. g.b.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Diretur

    Assurdo convogliare nuovo traffico in quel settore, si facciano una grande rotonda, un’area verde e un parcheggio che tolga auto da via Giordano rendendola più scorrevole

    • Abiff

      Concordo.

  • rebelot

    Dubito che nell’intersezione tra Via Giordano, Via Bosco e Porta Mosa si riesca a fare una grande rotonda. E non vorrei mai che non facciano una rotondetta “ciofega” come quella malpensata tra Via A. Melone e Via Cadore.
    Un nuovo parcheggio per eliminare le auto parcheggiate in Via Giordano sarebbe utile, ma ho paura venga poco sfuttato (se poi lo mettessero a pagamento sarebbe sempre deserto).
    Area verde? sarebbe bello, ma il giardino dei bastioni di Porta Mosa?

  • antonio1956

    Considerato che la strada sud è stata stralciata sarebbe opportuno, a parer mio, realizzare le rotonde all’incrocio di via Bosco, di via S.Rocco e di via Fontana smantellando i semafori tranne quelli di fronte alle scuole di via Novati. Inoltre una migliore sincronizzazione dei semafori rimanenti di via Giordano a partire dall’incrocio di via del Sale renderebbe, a parer mio, più scorrevole il traffico di auto, minori code negli orari di punta e quindi minore inquinamento atmosferico. Per finire, come già espresso nel commento qui sotto, un parcheggio o più parcheggi che tolgnoa auto da via Giordano consentirebbe la realizzazione di una pista ciclabile.

    • Abiff

      Giustissimo.

    • Diretur

      Trovare soluzioni alternative alla strada sud, vero disastro il solo pensarla, quindi condivido l’idea di rotonde e parcheggi che liberino via Giordano. Sincronizzazione da migliorare.
      L’auto in città deve essere scoraggiata offrendo alternative migliori ma non con guerre di religione o esasperando gli automobilisti.

  • antonio1956

    La superficie disponibile nelle tre intersezioni che ho citato è molto più ampia di quella relativa all’incrocio Melone/Cadore. Non è necessario realizzare grandi o piccole rotonde, è necessario realizzare rotonde !

  • Graziano Ansaldi

    Giusto, fate una rotonda, così per percorrere via Giordano al mattino, per andare al lavoro, bisognerà uscire di casa mezz ‘ora prima. Già che quegli addormentati 😴incapaci fanno i 20 all ‘ora, figuriamoci dopo.