Ultim'ora
8 Commenti

Ex Snum bloccata, la natura
si riappropria dell'area:
avvistata famiglia di anatre

Famigliola di anatre nell’area ex Snum: numerosi sono i cittadini che nella mattinata di giovedì hanno avvistato mamma anatra con i suoi piccoli, mentre si aggirava tra i ruderi di quell’area ormai da troppo tempo abbandonata a se stessa.

L’amministrazione Galimberti si avvia infatti a terminare senza che la situazione di quel cantiere sia minimamente risolta: dopo il cedimento della Cremonella, il canale rimasto danneggiato durante i lavori, iniziati ormai da un anno e mai portati avanti, tutto è fermo.

Dopo che Conad aveva presentato un progetto di insediamento sull’area dismessa di porta Mosa, ceduta dal Comune alle cooperativa Monteverdi, si sono infatti avviate solo le operazioni di bonifica. Tutto si è poi arenato di fronte ai veti posti dalla Soprintendenza e dalla Commissione Paesaggio, fino a naufragare del tutto con il danneggiamento del cavo Cremonella e in particolare della volta in cotto che rappresenta un tratto importante dell’antica idrografia cittadina. Proprio da questo corso d’acqua, che ora risulta scoperto, sembra stiano arrivando vere e proprie famigliole di animali: la natura che riprende possesso di luoghi che l’uomo non ha saputo valorizzare.

Intanto alcuni cittadini hanno avvisato la protezione animali, chiedendo che le anatre fossero messe in salvo, prima di finire sotto qualche auto in transito lungo via Giordano.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti