4 Commenti

Canile di Calvatone, da inizio
anno 51 adozioni. Comune
al lavoro per colonia felina

Sopralluogo al parco rifugio ‘La cuccia e il nido’ di Calvatone da parte dell’Assessore all’Ambiente Simona Pasquali, accompagnata dal responsabile benessere animale Emilio Olzi e da Cinzia Vuoto, responsabile del Servizio Ambiente del Comune di Cremona. Erano presenti alla visita i volontari e le veterinarie che operano nella struttura gestita dall’Associazione Nazionale Protezione Animali Natura Ambiente (A.N.P.A.N.A.) – Sezione territoriale di Cremona.
In questo parco rifugio esiste un’area destinata a canile rifugio, gestita sempre dall’A.N.P.A.N.A., che si occupa della custodia e cura dei cani provenienti dal Comune di Cremona e dai Comuni convenzionati, dopo il periodo di permanenza, previsto dalla legge, nel canile sanitario. Scopo del sopralluogo era verificare il benessere dei cani e qual è la gestione che avviene in convenzione con il parco rifugio di Calvatone.
La situazione rilevata, come peraltro avvenuto nel corso di visite effettuate negli ultimi mesi, è molto positiva sia per quanto riguarda la struttura, sia per i servizi e le condizioni degli animali: ad oggi sono 26 i cani ospitati tra cui alcuni cuccioli. Buone notizie anche sul fronte delle adozioni: nell’anno in corso i cani che hanno trovato una nuova famiglia sono stati 51, questo grazie anche alla capacità e all’impegno dei volontari che riescono ad individuare la destinazione adeguata per ogni singolo ospite. Numerosi infine i cani custoditi a Calvatone a seguito di sequestro adottati adottati in questi ultimi mesi dopo essere stati sottoposti ad un percorso di rieducazione.
“L’Amministrazione comunale – dichiara l’Assessore Pasquali – ha posto un’elevata attenzione al tema del benessere degli animali, in sinergia con l’attuale gestore del canile rifugio che si sta fortemente impegnando nel mantenere elevati standard di cura degli ospiti, cercando di ridurne i tempi di permanenza nella struttura e favorendo adozioni consapevoli”.
“L’impegno riguardante la cura degli animali – prosegue l’Assessore – si concretizza anche nella costante collaborazione con l’APAC (Associazione Protezione Animali di Cremona) che da anni opera con i propri volontari nella gestione delle colonie feline presenti in città. Uno dei prossimi obiettivi dell’Amministrazione è di operare, insieme ad ATS Val Padana, in modo da reperire le risorse per la realizzazione, nel minor tempo possibile, di un’area adeguata da adibire ad oasi felina. L’oasi felina, come stabilito dalla normativa vigente, è una struttura all’aperto, recintata, gestita dal Comune e destinata al ricovero di gatti che richiedono la collocazione in un ambiente controllato e protetto”.
Per informazioni sulle adozioni del parco rifugio La cuccia e il nido di Calvatone si possono visitare il sito della struttura (https://www.lacucciaeilnido.com/) e la pagina Facebook “Canile di Calvatone-CR” (https://it-it.facebook.com/CanileDiCalvatone/)

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Gemelli

    Bene….mi piace.

    • Mirko

      Confermo

  • Angelo Dellamorte

    Cani meticci? Mischiare le razze?

  • Gemelli

    Il solito grafomane ,non ne indovina uno di commento.