Cronaca
Commenta9

Tragedia sfiorata: i sindaci della Cr-Treviglio interpellano Trenord, Rfi e Regione

Il sindaco di Crema Stefania Bonaldi, a nome dei sindaci dell’asta ferroviari Cremona – Treviglio – Milano ha inviato una lettera in merito al guasto – i cui effetti potenzialmente disastrosi sono stati evitati soltanto grazie alla prontezza del macchinista – accaduto a un giunto sulla linea Cremona-Treviglio all’altezza del tratto tra Crema e Casaletto Vaprio.  Lo scritto è stato indirizzato a Trenord, Rfi, ai consiglieri regionali, al presidente di Regione Lombardia e all’assessore regionale ai Trasporti Claudia Terzi. “Siamo preoccupati e molto arrabbiati – si legge nella missiva – perché neppure una tragedia come quella di Pioltello ha generato un serio ravvedimento”. A sottoscrivere il documento sono  stati i comuni di Crema, Cremona, Caravaggio, Soresina, Castelleone, Olmeneta, Casaletto Vaprio, Capralba, Casalbuttano, Madignano.

Sottolineando ritardi e disservizi giornalieri, i primi cittadini annunciano di riservarsi dall’intraprendere altre azioni e chiedono che “venga dato immediato riscontro e rassicurazione” riguardo la sicurezza della linea.

“Ci attendiamo che Rfi spieghi con chiarezza cosa è successo sulla linea ferroviaria Cremona-Treviglio. La sicurezza dei lombardi viene prima di ogni altra cosa. La gestione dell’infrastruttura ferroviaria è in capo a Rfi, dunque alle Ferrovie dello Stato, dunque al Governo. La Lombardia non può più aspettare. Molti disagi che subiscono quotidianamente i pendolari sono imputabili proprio alle condizioni della rete. Il Governo si decida ad investire per efficientare l’infrastruttura e tutelare i cittadini”, ha dichiarato a sua volta l’assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi, in seguito all’episodio verificatosi domenica pomeriggio sulla Cremona-Treviglio.

SCARICA QUI LA LETTERA DEI SINDACI

© Riproduzione riservata
Commenti