Commenta

Cremonese di 58 anni
ucciso in Thailandia a
colpi di arma da fuoco

E’ stato ucciso domenica mattina con alcuni colpi d’arma da fuoco che l’hanno raggiunto alle spalle mentre si trovava in sella al proprio scooter: è morto così Mario Ferrari, cremonese di 58 anni, mentre si trovava in vacanza in Thailandia, a Khon Kaen. Secondo le autorità locali si sarebbe trattato di un omicidio per motivi passionali. A sparare, secondo quanto rivelato dagli inquirenti, sarebbe stato un thailandese di 41 anni, Sukin Aumkate.

La polizia locale, che è riuscita a identificare il presunto assassino visionando i filmati delle telecamere presenti nella zona, ha rivelato che si sarebbe trattato di un’azione premeditata, iniziata con un pedinamento e culminata con quel colpi di pistola. Lo sparatore si è poi costituito nel pomeriggio stesso, consegnando agli agenti la calibro 32 utilizzata per l’omicidio. Le motivazioni che lo hanno spinto, come ha raccontato agli agenti, sarebbero legate alla gelosia, a causa della relazione tra il cremonese e una donna del posto. Una donna con cui anche il presunto assassino, in passato, aveva avuto una relazione sentimentale.

L’abitazione di Ferrari in via Tonani

Ferrari, che risiedeva da solo in via Tonani 34, era solito viaggiare in quella zona, così come a Cuba. Era molto noto in città per la sua attività di dj, ma era anche dipendente di Negroni: sarebbe andato in pensione a breve. Lascia nel dolore i fratelli. La Farnesina si sta interessando per poter riportare il corpo in Italia.

La scena del crimine, a Khon Kaen, in Thailandia (foto agenzia Mgr Online)

Laura Bosio e Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti