Cronaca
Commenta

Casalsigone, due luoghi dedicati alla memoria di Alfredo e Laura

Sabato 19 ottobre dalle 9.45 a Casalsigone gli Amministratori del Comune di Pozzaglio hanno organizzato questa cerimonia, tutta la comunità si è radunata attorno alle famiglie Roda e Bosetti, per ricordare i giovani Alfredo Roda e Laura Bosetti, scomparsi ormai da più di trent’anni, ma presenti nel cuore di tutti. Anche da Pozzaglio e dai paesi vicini sono giunti amici, memori di quanto accaduto, per partecipare alla messa celebrata da don Claudio Corbani e don Giorgio Ceruti. Successivamente il corteo si è spostato presso il parco e il campo polivalente per la cerimonia di intitolazione ai due giovani dei due spazi pubblici. Alfredo morì a causa di un incidente sul lavoro, Laura pugnalata a morte mentre faceva ritorno dai campi. Il sindaco Caruccio, durante un suo intervento presso il parco, ha voluto richiamare al bisogno di rispettare le norme di sicurezza sul lavoro attraverso la formazione per evitare le morti bianche; ha chiesto inoltre che la comunità si prenda cura dei giovani educandoli al rispetto delle persone, in particolare delle donne.

I parenti di Laura e Alfredo hanno sottolineato l’attaccamento ai valori familiari dei due ragazzi e come essi, pur in giovane età, seppero spendersi per la piccola comunità di Casalsigone. Luca Bedulli, consigliere di Pozzaglio: “questi momenti sono importanti per unire le comunità. Si ricordano due giovani esemplari”. Massimo Aldovini ha aggiunto: “E’ stata l’occasione per riqualificare uno spazio di aggregazione di Casalsigone. Un grazie sentito va alle famiglie Roda e Bosetti che si sono impegnate a celebrare i loro ragazzi, ma anche a rendere più belli i luoghi a loro dedicati”. Biondo Caruccio ha quindi sottolineato: “Ringrazio la Prefettura per aver concesso l’autorizzazione per l’intitolazione dei luoghi intitolati a Laura ed Alfredo per vivere al meglio questa straordinaria giornata. Ringrazio anche il Luogotenente dei Carabinieri Angelo Foglia per la partecipazione alla cerimonia”.

© Riproduzione riservata
Commenti