Un commento

Sant'Omobono,
una giornata di
celebrazioni in città

Sarà, come sempre, ricco il programma celebrativo della solennità di Sant’Omobono, patrono della città e della diocesi di Cremona. Momento centrale sarà la Messa che il vescovo Antonio Napolioni presiederà nella mattinata di mercoledì 13 novembre in Cattedrale.

La solennità patronale si è aperta ufficialmente ieri alle 17.30, in Cattedrale, con il canto dei Primi Vespri del Santo seguiti dall’Eucaristia.

Mercoledì 13 novembre la Cattedrale di Cremona è aperta dalle ore 8 alle 12.30 e dalle 15 alle 19, con possibilità di accedere alla cripta dove sono conservate le spoglie del Santo Patrono. A garantire il regolare afflusso dei pellegrini è l’Associazione Nazionale Carabinieri di Cremona. In mattinata le Messe sono celebrate alle ore 8 e alle 10.30, quest’ultima presieduta del vescovo Napolioni. Nel pomeriggio, alle 17, il vescovo presiederà i Secondi Vespri. Alle 18 l’ultima Messa della giornata, presieduta dal parroco della Cattedrale, mons. Alberto Franzini.

Alle 10.15 nella cripta della Cattedrale, dove è custodita l’urna con il corpo del Santo Patrono, il vescovo Napolioni riceverà, secondo una antica tradizione, l’omaggio dei ceri da parte dell’Amministrazione Comunale. Subito dopo avrà inizio la solenne Messa pontificale che, alla presentazione dei doni (offertorio), vedrà una rappresentanza dell’Associazione artigiani della provincia di Cremona, insieme ad alcuni rappresentanti di altre città della Lombardia, consegnare simbolicamente al Vescovo alcune stoffe insieme a un’offerta da destinare alla Caritas diocesana, in onore del proprio santo patrono. L’intera celebrazione sarà trasmessa – a partire dalle 10 – in diretta televisiva su Cremona1 (canale 80), sull’emittente radiofonica Rcn (Fm 100.3), in streaming sul portale diocesano www.diocesidicremona.it e sui canali social della Diocesi.

INIZIATIVE CULTURALI COLLATERALI – Inoltre giovedì 14 novembre alle ore 18,15 nella chiesa di S.Omobono si svolgerà un concerto d’organo del maestro Paolo Bottini ,con musiche dal Rinascimento al Settecento, evento collaterale della mostra “Immagini e voci del XVIII secolo.La chiesa dei SS.Egidio ed Omobono” in corso presso il Museo di Storia Naturale.L a mostra, inauguratasi il 9 novembre, sarà aperta a pubblico sino al 5 gennaio 2020.

Alle 12 nel salone dei Quadri di palazzo comunale, si terrà la consueta consegna dei riconoscimenti ai lavoratori del Comune che sono andati in pensione nell’ultimo anno.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • giancarlo pasquale

    Niente marubini quest’anno?